Skip to content

Il web per il non profit. Analisi e strategie della comunicazione digitale di @uxilia Onlus

Informazioni tesi

  Autore: Aurora Tranti
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scuola di Lettere e Beni Culturali
  Corso: Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale
  Relatore: Pina Lalli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

L’intento della tesi è di definire una strategia di comunicazione digitale per la onlus @uxilia. Attraverso la creazione di un’immagine definita del brand, che permetta di generare una differenziazione all’interno del mercato di riferimento, si vuole perseguire l’obiettivo di informare l’utente al fine di creare una presa di coscienza sulle problematiche sociali affrontate dall’associazione. La conoscenza e la conseguente consapevolezza riguardo determinate tematiche potranno generare un reale coinvolgimento nelle attività svolte dalla Onlus. Il be different di @uxilia deriverà dalla creazione di donatori e volontari i quali, mediante un processo conoscitivo, potranno divenire “consumatori” realmente consapevoli e fidelizzati.
Si è deciso di intraprendere un percorso che, alla luce di alcune riflessioni teoriche e metodologiche e attraverso l’analisi dei dati forniti dagli strumenti analitici del web, tenta di arrivare alla creazione di una comunicazione efficace per il raggiungimento degli obiettivi preposti.

Informazioni tesi

  Autore: Aurora Tranti
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scuola di Lettere e Beni Culturali
  Corso: Scienze della Comunicazione Pubblica e Sociale
  Relatore: Pina Lalli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 71

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’intento della tesi è di definire una strategia di comunicazione digitale per la onlus @uxilia. Attraverso la creazione di un’immagine definita del brand, che permetta di generare una differenziazione all’interno del mercato di riferimento, si vuole perseguire l’obiettivo di informare l’utente al fine di creare una presa di coscienza sulle problematiche sociali affrontate dall’associazione. La conoscenza e la conseguente consapevolezza riguardo determinate tematiche potranno generare un reale coinvolgimento nelle attività svolte dalla Onlus. Il be different di @uxilia deriverà dalla creazione di donatori e volontari i quali, mediante un processo conoscitivo, potranno divenire “consumatori” realmente consapevoli e fidelizzati. Si è deciso di intraprendere un percorso che, alla luce di alcune riflessioni teoriche e metodologiche e attraverso l’analisi dei dati forniti dagli strumenti analitici del web, tenta di arrivare alla creazione di una comunicazione efficace per il raggiungimento degli obiettivi preposti. Il primo capitolo è dedicato alla definizione di alcuni riferimenti teorici che permettono di operare una riflessione approfondita riguardo la rappresentazione dell’azione umanitaria all’interno della società moderna. Partendo dalla definizione di pietà proposta dalla Arendt si arriva alla spettacolo del dolore di Luc Boltanski che si sofferma sulle modalità attraverso cui la sofferenza viene proposta al fine di generare un’azione politica e sulle possibili vie per non scadere in un voyeurismo perverso. La riflessione continua con il contributo teorico di Hilgartner e Bosk che operano un’attenta analisi riguardo le modalità di imposizione all’attenzione pubblica dei problemi sociali. Alcuni di essi assumono un’immediata rilevanza; altri vengono posti nel dimenticatoio nel giro di pochi giorni ed altri ancora oscillano, assumendo e perdendo rilevanza in maniera altalenante. Riprendendo alcune riflessioni di Pina Lalli si tenta di definire quale sia il ruolo della comunicazione sociale, se strumento di persuasione o al contrario di conoscenza. L’ultimo paragrafo tenta di unire le diverse riflessioni riportate attraverso l’analisi del caso mediatico di Alan Kurdi, il bambino siriano ritrovato nelle spiagge della Turchia nel settembre 2015. L’intento è di capire come un’immagine diviene simbolo di una crisi umanitaria; quali effetti genera e se è possibile parlare di una reale presa di coscienza. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

comunicazione
non profit
web marketing
comunicazione digitale
comunicazione web
analytics
social media manager
analisi social
insights
marketing non profit

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi