Skip to content

Elisione dei debiti e dei crediti intercompany

Questi devono essere elisi, perchè si parte da un aggregato e nell'aggregato si avranno dei debiti e dei crediti verso me stesso, in quanto gruppo. Questa scrittura è facile, si mettono in dare i debiti, e in avere i crediti, questo però se i saldi sono uguali.
Ogni controllata deve indicare alla controllante tutti i saldi che questa ha verso le altre società e dettagliarli per ogni società, in modo tale che la controllante possa sapere quanti crediti o debiti una società ha nei confronti dell'altra. Però molto spesso questo non quadra.
Un credito e un debito intercompany possono squadrare perchè uno dei due ha registrato una transazione che l'altro non ha registrato, questo può capitare per errore, ma anche per situazioni lecite.
Se la controllante ha un aggregato con due saldi diversi, deve capire il perchè sono diversi, la controllante registra nel consolidato la scrittura che manca e nel momento in cui quadrano, si possono eliminare queste scritture. Bisogna contabilizzare la scrittura che manca.
I gruppi per avere queste informazioni fanno delle conferme dei saldi intercompany: la capogruppo deve richiedere in un tempo utile di scriversi a coppie tra controllate e confrontare i saldi reciproci, se questi sono diversi devono capire il perchè, e inviare queste informazioni alla controllante. Questo processo deve essere organizzato prima del bilancio consolidato.
Gli scostamenti possono non esserci per:
PAGAMENTI IN TRANSITO
La società che deve ricevere il pagamento non ha ancora contabilizzato l'incasso. La cassa è uscita da un bilancio ma non è entrata nell'altro.
Nei bilanci italiani può succedere anche se tutti e due i bilanci sono giusti, perchè la competenza dei pagamenti e degli incassi è diversa, siccome quello che comanda è la disponibilità della banca, per i pagamenti vale il momento in cui si dice alla banca di pagare, per gli incassi conta il momento in cui la banca sa si avere questo incasso. Tra questi due momenti passano dei giorni.
La controllante riceve un aggregato con i saldi nei bilanci nelle controllate, dover però il creditore non ha contabilizzato incassi, mentre nel bilancio del soggetto debitore è stato contabilizzato un pagamento.
Il debitore avrà fatto nella sua contabilità: dare debito, avere banca (in questo caso per 700).
Il creditore avrebbe dovuto fare: dare banca, avere credito (per 700).
Però il debitore ha contabilizzato quest'operazione, mentre il creditore no. La capogruppo ha trovato il motivo della squadratura, quindi nel bilancio consolidato la controllante contabilizza ciò che non ha contabilizzato il creditore: dare banca, avere crediti.
In questo punto nell'aggregato i debiti e i crediti quadrano, e si possono eliminare.
Nell'aggregato però neanche la banca funziona: perchè uno ha fatto la diminuzione di banca, ma l'altro non ha fatto l'aumento. Rispetto al bilancio aggregato devo far salire la banca e far scendere il credito.
Tali scritture di consolidamento non necessitano di alcun seguito nel bilancio consolidato dell'esercizio successivo.
MERCI IN TRANSITO
Una società ha contabilizzato la vendita, ma l'altra non ha contabilizzato l'acquisto. In questo caso uno dei due ha sbagliato di sicuro, perchè la contabilizzazione delle vendite e degli acquisti ha la stessa competenza. Alla capogruppo però non interessa sapere chi ha ragione, ma solo l'operazione che c'è di mezzo, perchè tanto lei deve solo portarli allo stesso livello e poi toglierla.
La controllante deve contabilizzare in consolidato l'acquisto che manca (scrittura pagina 5 n.1). Questa è la stessa scrittura che avrebbe contabilizzato la controllata se l'avesse fatta.
Inoltre se non ha contabilizzato l'acquisto, non ha neanche caricato la merce a magazzino. Quindi bisogna procedere a contabilizzare la merce a magazzino (n.2).
A questo punto credito e debito sono diventati uguali e posso eliminarli.
Però non si devono eliminare solo i debiti e i crediti, ma anche le poste reciproche.
DR VENDITE VERSO CONSOCIATE    
AV ACQUISTI VERSO CONSOCIATE
Questa scrittura deve essere fatta per ogni anno.

di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.