Skip to content

Principio di irretroattività

Il principio di legalità previsto dall’art.25 della Costituzione è ribadito nell’ART.1 DEL CODICE PENALE: nessuno può essere punito per un fatto che non sia espressamente preveduto come reato dalla legge, né con pene che non siano da essa stabilite. Viene ribadita la riserva di legge nell’individuazione dei reati e in più dice il codice rispetto alla Costituzione che solo la legge può individuare le pene.
* PRIMA – PRINCIPIO DI IRRETROATTIVITÀ : questa parola esprime il principio di irretroattività della legge penale. Questo significa che le norme penali incriminatrici, ossia quelle che puniscono, possono disporre solo per il futuro. Se il legislatore domani approva una legge con la quale punisce chi butta le cicche per terra, un soggetto non può essere punito per aver buttato oggi una cicca sulla strada. La legge deve entrare in vigore prima che i fatti siano commessi, le norme incirminatrici non valgono per il passato. Il legislatore ha introdotto poco fa una norma sugli atti persecutori, che punisce lo stalking, però per i fatti di stalking che sono avvenuti prima dell’introduzione sulla norma, questa norma non si può applicare.
Il principio di irretroattività della legge penale è inerente ai rapporti fra la vigenza della legge penale e il tempo in cui un fatto viene commesso, a seconda di quando un fatto viene commesso, individuiamo qual è la legge applicabile.
Anche tutte le modifiche peggiorative di una norma valgono solo per il futuro.
Abbiamo però due casi particolari:
- una legge viene abolita : per i soggetti che stanno scontando la pena per il reato abolito, in qualunque momento si deve applicare la legge più favorevole per il reo. Questo è il principio del favor rei, che comporta che l’abolizione del reato fa venire meno il reato stesso e quindi il soggetto non può più essere punito per quel fatto.
- successione delle norme penali e quindi una nuova legge sostituisce la legge vigente fino al momento in cui è entrata in vigore questa nuova
L’ART.2 DEL CODICE PENALE tratta quelle situazioni nelle quali il legislatore introduce un trattamento più favorevole per chi ha commesso il reato. Questo si articola in una diversa serie di possibili ipotesi.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.