Skip to content

Diritto Penale :

Il libro di riferimento è Corso di Diritto penale - F. Palazzo, Giappichelli, 2005. Nella prima parte degli appunti vien eaffrontato il tema del reato, in particolare il fatto tipico e la rilevanza giuridico penale dell'evento. Successivamente vengono trattati gli obblighi di garanzia e la responsabilità soggettiva ed oggettiva dell'individuo, viene inoltre definito il concetto di dolo, di errore, di aberratio e di colpa. Vengono trattate poi le varie forme di manifestazione del reato. Nella seconda parte degli appunti vengono definiti i concetti di pena e di sanzione punitiva, le funzioni di garanzia generale, e la polifunzionalità della pena. Viene ampiamente descritto il reato e le sue funzioni, il concetto di dannosità sociale del reato e i vari tipi di reato. Successivamente viene affrontato il principio di legalità, viene trattato il concetto di diritto penale come materia giuridica, e quindi anche le leggi penali e i vari problemi legati all'applicazione delle leggi nell'ordinamento italiano. Nell'ultima parte viene ripreso il tema dell'antigiuridicità, e in particolare le caratteristiche del consenso giuridico. Infine si espone il concetto di punibilità e le varie conseguenze del reato; vengono descritti poi i vari tipi di pena, quali la reclusione, l'arresto, la pena di morte, la multa e l'ammenda.

Indice dei contenuti:

1. Definizione di evento in senso naturalistico nella teoria del reato 2. Definizione di evento in senso giuridico nella teoria del reato 3. Cartteristiche dell'evento nella teoria del reato 4. Concetto di azione e disvalore 5. La rilevanza giuridico-penale dell’evento 6. Distinzione dei reati in base all'evento 7. Diversi tipi di reato 8. Il rapporto di causalità tra la condotta e l'evento 9. La pluralità delle condizioni necessarie all'evento del reato 10. Caratteristiche delle leggi scientifiche di copertura 11. La descrizione dell’evento e la concretizzazione delle leggi di copertura 12. Teoria dell’equivalenza delle condizioni o c.d. della condicio sine qua non 13. Teoria della causalità adeguata : definizone 14. Teoria della causalità umana: definizione 15. La sussunzione del rapporto causale sotto leggi scientifiche 16. Caratteristiche della disciplina codicistica della causalità 17. Il concorso di condizioni necessarie 18. Art. 41.2 c.p. 19. Definizione di reati omissivi propri e impropri 20. Naturalismo e normativismo nella causalità dell’omissione 21. L’obbligo giuridico di impedire l’evento (posizione di garanzia) 22. Caratteristiche della posizione di garanzia 23. Caratteristiche dei poteri giuridici impeditivi dell'evento 24. Definizione degli obblighi di garanzia 25. Il giudizio controfattuale nella causalità dell’omissione 26. Definizione di elemento soggettivo del reato 27. Caratteristiche di dolo e copla 28. La pericolosità come idoneità alla realizzazione del fatto criminoso 29. Caratteristiche della colpevolezza 30. La disciplina legislativa dell’elemento soggettivo 31. Caratteristiche della responsabilità oggettiva 32. Sent.364/88 Corte cost.: ammissibilità della responsabilità oggettiva 33. Caratteristiche del dolo 34. Definizione di errore in legge 35. I diversi tipi di errore in legge 36. Teoria dell'incorporazione della norma penale 37. Art. 47.2 c.p. 38. Art. 5 c.p. 39. Definizione di conoscenza del fatto e conoscenza della norma 40. Art. 59.4 c.p. 41. Definizione di Errore inabilità e Reato aberrante 42. Orientamenti dottrinali sull'aberratio ictus 43. Caratteristiche dell' Aberratio Ictus 44. Caratteristiche della Aberratio delicti 45. Confronto tra Aberratio Ictus e Aberratio Delicti 46. L'errore di rappresentazione in legge 47. Caratteristiche del momento volitivo del dolo 48. Definizione di dolo intenzionale 49. Definizione di dolo diretto 50. Il momento volitivo del dolo 51. Definizione di dolo d'impeto e di dolo di proposito 52. Definizione di premeditazione 53. Il dolo nei reati omissivi 54. Definizione di dolo generico e dolo specifico 55. Definizione di dolo specifico di offesa 56. Definizione di dolo specifico differenziale e dolo specifico di ulteriore offesa 57. Definizione di dolo iniziale, concomitante e successivo 58. Il dolo generale 59. Definizione di dolo alternativo 60. La colpa : il nesso psichico tra il nesso e l'autore 61. L’inosservanza della regola cautelare 62. Le regole cautelari 63. La colpa specifica 64. Consuetudini ed usi della colpa specifica 65. Definizione di colpa generica 66. Definizione di agente modello 67. Il rapporto tra colpa e legalità 68. L'aspetto di concretizzazione della cautela doverosa 69. Il rapporto tra colpa generica e colpa specifica 70. Definizione di colpa generica residua 71. Classificazione delle regole cautelari 72. Definizione di regola dell'esperienza e regola convenzionale 73. Diversi tipi di regole 74. Definizione di colpa in eligendo e colpa in vigilando 75. Caratteristiche del principio dell'affidamento 76. L’imputazione del risultato colposo 77. Definizione di rimprovero a titolo colposo 78. Il comportamento alternativo lecito 79. Definizione di colpa propria e colpa impropria 80. Il grado della colpa 81. Il criterio dell’intensità del legame psichico tra il soggetto e il fatto tipico 82. Criterio della misura di soggettiva rimproverabilità dell’inosservanza 83. Caratteristiche della preterintenzione 84. La preterintenzione come misto dolo-colpa 85. I Reati aggravati dal reato 86. Il concetto di Forma di Manifestazione del Reato 87. Definizione di reato istantaneo e reato permanente 88. Definizione di reati istantanei ad effetti permanenti e di tentativo 89. Definizione di punibilità del tentativo 90. La fattispecie del delitto tentato: l'idoneità degli atti 91. La fattispecie dei delitto tentato: la direzione non equivoca degli atti 92. Caratteristiche del dolo 93. Definizione di delitto omissivo 94. Definizione di delitto di pericolo e di attentato 95. La manifestazione del tentativo in forma circostanziata 96. La pena del tentativo, art. 56.2 97. Desistenza e Recesso Attivo, art. 56.3 e art. 56.4 98. Definizione di desistenza volontaria 99. Definizione di recesso attivo 100. La distinzione tra desistenza e recesso 101. Il reato impossibile, art. 492 102. Le obiezioni sul reato impossibile, art. 49.2 e art. 56.1 103. Il concorso di persone nel reato 104. Problema della natura intrinseca del concorso di persone nel reato: teorie 105. Art. 110 C.P. 106. Pluralità di soggetti nel reato 107. Il principio di indifferenza della punibilità 108. Il concorso e l'effettiva esistenza del reato 109. Teoria condizionalistica del fatto di reato 110. Teoria della causalità agevolatrice del fatto di reato 111. Teoria dell’aumento del rischio del reato 112. Caratteristiche del criterio condizionalistico del reato 113. La colpevolezza nel concorso di persone: il concorso doloso e il concorso colposo 114. Definizione di Dolo di concorso 115. Caratteristiche del concorso doloso nel reato colposo 116. Definizione di concorso colposo nel delitto colposo 117. Definizione di concorso colposo nel delitto doloso 118. La partecipazione al reato in forma omissiva 119. Le cause di giustificazione nel concorso di persone, art 119.2 120. L'aberratio delicti concorsuale, art. 116 c.p. 121. Il concorso di persone nei reati propri 122. Definizione di reati propri esclusivi e non esclusivi 123. Circostanze del concorso e circostanze nel concorso del reato 124. Comunicabilità delle circostanze, art. 118 125. Cause di esclusione della pena, art. 119 c.p. 126. Caratteristiche dell'ammissibilità del concorso 127. Definizione di Agente provocatore del reato 128. Concetto e funzione delle circostanze del reato 129. L' identificazione delle circostanze del reato 130. Definizone, classificazione ed effetti dell circostanze di reato 131. Definizione di circostanze oggettive e circostanze soggettive 132. Definizione di circostanze intrinseche e circostanze estrinseche 133. Definizione di circostanze definite e indefinite 134. Definizione di circostanze obbligatorie o facoltative 135. La disciplina delle circostanze di reato 136. Definizione di concorso di circostanze omogeneo ed eterogeneo 137. Definizione di delitti aggravati dall'evento 138. Le Circostanze aggravanti comuni, art. 61 139. Le circostanze attenuanti comuni, art. 62 c.p. 140. L'aggravante della circostanza recidiva 141. Definizione di diritto penale 142. Tipologie e funzioni sanzionatorie: la sanzione punitiva 143. Le funzioni di prevenzione generale alla pena 144. Corollari e implicazioni della prevenzione generale alla pena 145. La retribuzione come giustificazione della sanzione punitiva 146. La pena di colpevolezza 147. La crisi della colpevolezza penale 148. Il principio di proporzione della sanzione 149. La prospettiva funzionale e garantista della proporzione 150. Definizione di Prevenzione speciale, rieducazione ed espiazione 151. Concezione rieducativa ed espiativa 152. Caratteristiche e funzioni della pena 153. La pena nella Costituzione italiana 154. Il principio di umanità della pena 155. La sanzione punitiva amministrativa 156. I rapporti tra le diverse tipologie sanzionatorie 157. Il principio societas delinquere non potest 158. La disciplina italiana della responsabilità degli enti collettivi 159. Garanzie formali e garanzie sostanziali del reato 160. Teoria generale del reato 161. Il principio di offensività del reato 162. La dannosità sociale del reato 163. L’oggetto della tutela penale: dai diritti individuali ai valori culturali 164. Definizione e funzione dei beni istituzionali 165. Concetto di bene giuridico 166. La teoria "dell'obbedienza come tale" del bene giuridico 167. Valutazioni sociali e decisioni legislative nella individuazione della dannosità sociale 168. La teoria dei beni costituzionalmente rilevanti 169. Caratteristiche della clausola espressa di penalizzazione 170. Le forme della tutela penale 171. I reati di offesa e reati di scopo 172. Il reato di pericolo: pericolo concreto ed astratto 173. Il principio di offensività della politica criminale 174. La nozione di fattispecie legale 175. Definizione di fattispecie criminosa 176. Definizione di fattispecie concreta 177. Significato e funzioni del principio di tipicità 178. La genesi della fattispecie penale 179. La concezione realistica del reato 180. Il contenuto di disvalore del reato: l'offesa 181. La giurisprudenza della Corte Costituzionale 182. La corte costituzionale sul principio di offensività 183. Caratteristiche dell'illecito punitivo amministrativo 184. I principi costituzionali del diritto penale 185. Caratterisriche delle norme penali 186. Caratteristiche delle leggi penale 187. Il principio di legalità 188. Distinzione tra fonti formali e fonti sostanziali 189. Il principio di legalità nell’esperienza contemporanea 190. I contenuti del principio di legalità 191. Caratteristiche della riserva di legge in materia penale 192. Definizione di norma penale in bianco, art.650 c.p. 193. Definizione di decreto legge e decreto legislativo 194. La legge regionale e i regolamenti nella gerarchia delle fonti 195. La consuetudine come fonte del diritto 196. Il problema dell'ambito della riserva delle norme penali 197. Definizione di cause di non punibilità 198. Definizione di cause di giustificazione 199. La riserva di legge nella attuale realtà politico-istituzionale 200. Caratteristiche delle fonti comunitarie 201. I rapporti di integrazione tra norma comunitaria e norma interna 202. Caratteristiche del principio di determinatezza nell'ordinamento italiano 203. Le fonti del principio di determinatezza 204. Caratteristiche del principio di determinatezza 205. Il contenuto del principio di determinatezza in diritto 206. Il principio di determinatezza della legge penale 207. Caratteristiche del divieto di analogia della legge penale 208. Le fonti e il fondamento del divieto di analogia 209. Caratteristiche del procedimento analogico della legge penale 210. Caratteristiche del principio di tassatività della legge penale 211. L'interpretazione estensiva della legge penale 212. La differenza tra interpretazione ed analogia della legge penale 213. Il divieto di analogia della legge penale in bonam e in malam partem 214. Il principio di irretroattività della legge penale 215. Il fondamento della irretroattività della legge penale sfavorevole 216. Il fondamento della retroattività della legge penale favorevole 217. Le disposizioni dell’art. 2 cp 218. I principali problemi applicativi dell'art. 2 c.p. 219. Caratteristiche del principio di offensività 220. Caratteristiche del reato 221. Definizione di pericolo concreto nella norma 222. Il principio di colpevolezza, art. 27.1 Cost. 223. Il principio di materialità della legge penale 224. Il fatto commesso, art. 25.2 225. Definizione di antigiuridicità 226. Caratteristiche delle cause oggettive di esclusione del reato 227. Il rapporto tra norme e unità dell’ordinamento giuridico 228. Concezione bipartita e tripartita del reato 229. Eccesso colposo nelle cause di giustificazione: art. 55 c.p. 230. Definizione di norme penali in bianco 231. Il consenso dell’avente diritto: art. 50 c.p. 232. Caratteristiche dei beni di natura personale e patrimoniale 233. La natura giuridica del consenso 234. Caratteristiche di liceità ed attualità del consenso 235. L’esercizio dell’avente diritto: art. 51 c.p. 236. Il concetto di diritto, ex art. 51 c.p. 237. L’adempimento del dovere, art. 51c.p. 238. Il carattere di legittimità dell'ordine legittimo della pubblica autorità 239. La responsabilità dell'esecutore dell'ordine, art. 51 co. 3-4 240. Caratteristiche della legittima difesa, art. 52 c.p. 241. I caratteri della legittima difesa 242. Caratteri della reazione difensiva della legittima difesa 243. Rapporto di proporzionalità tra offesa e difesa, art.52 244. Le analogie tra lo stato di necessità e la legittima difesa 245. Caratteristiche della minaccia 246. Definizione di situazione di pericolo 247. Definizione di azione lesiva di chi reagisce al pericolo 248. Il c.d. soccorso di necessità, art. 54 249. Caratteristiche dell'uso leggitimo delle armi: art. 53 c.p. 250. Situazione necessitata dell'uso delle armi 251. I casi in cui è concesso l'uso delle armi 252. Eccesso colposo nelle varie ipotesi esimenti 253. Definizione di cause di giustificazione non codificate o extralegislative 254. Le attività giuridicamenre autorizzate: l’attività medico–chirurgica e l'attività sportiva 255. Definizione di Offendicula 256. Caratteristiche di punibilità e conseguenze del reato 257. La punibilità sotto il profilo strutturale e funzionale 258. Le cause di non punibilità 259. Definizione di tipologia sanzionatoria 260. Le pene principali 261. Le regole generali per le pene detentive 262. Definizione di multa e di ammenda 263. Definizione di pena detentiva o pecuniaria 264. Caratteristiche e limti della pena pecuniaria 265. Classificiazione delle pene accessorie 266. Caratteri distintivi delle pene accessorie 267. Definizione di misure di sicurezza 268. Presupposti, contenuto e applicabilità delle misure di sicurezza 269. Legalità e irretroattività delle misure di sicurezza 270. Le misure di sicurezza previste dalla legge 271. Definizione di declino delle misure di sicurezza 272. Gli effetti penali della condanna 273. Le conseguenze civili del reato 274. Caratteristiche del danno risarcibile 275. Caratteristiche della commisurazione della pena 276. Art. 133 c.p. 277. Definizione di criterio della gravità del reo 278. Il criterio della capacità a delinquere 279. Il criterio della capacità criminale 280. Definizione di commisurazione della pena in senso ampio e in senso stretto 281.  Gli indici “fattuali” di valutazione della gravità del reato e della capacità a delinquere 282. Definizione di pena edittale 283. Gli istituti di rinuncia alla pena previsti dal diritto penale minorile 284. Caratteristiche della sospensione condizionale della pena 285. 1° forma ordinaria di sospensione della pena 286. 2° forma c.d. breve della sospensione della pena 287. Definizione di revoca 288. Le sanzioni sostitutive delle pene principali 289. Definizione di libertà controllata 290. Definizione di pena pecuniaria della specie corrispondente 291. Il criterio di determinazione della pena pecuniaria 292. Gli istituti alternativi alla pena previsti nel sistema del giudice di pace 293. Le misure alternative applicabili in sede di esecuzione, l. 354/1975 294. L’affidamento in prova al servizio sociale, art. 47 L.354/1975 295. Caratteristiche della detenzione domiciliare 296. Il regime di semilibertà, art. 48 ss. 297. Caratteristiche della liberazione anticipata, art. 54 298. Caratteristiche della liberazione condizionale, artt. 176-177 c.p. 299. I criteri di punibilità di un fatto tipico 300. Definizione di elementi costitutivi e condizioni obiettive di punibilità 301. Definizione di cause personali di non punibilità 302. Definizione di cause sopravvenute di non punibilità 303. Le cause di estinzione della punibilità 304. Caratteristiche dell'oblazione 305. Definizione di remissione della querela 306. Caratteristiche della prescrizione 307. La prescrizione del reato art. 157 c.p.; L. 689/1981 308. Definizione di sospensione della prescrizione del reato 309. Le cause di interruzione della prescrizione del reato

 

Dettagli dei contenuti:

Per approfondire questo argomento:

Altri appunti correlati:

Valuta questo appunto:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.