Skip to content

La Produttività e il Progresso Tecnico

Grazie alle nuove tecnologie le imprese presentano differenti metodi di organizzazione della produzione. Le nuove tecnologie permettono anche di produrre una maggiore quantità di output da una data quantità di input rispetto al passato.

La produttività relativa. Anche se tutte le imprese di un mercato producono nel modo più efficiente possibile, esse potrebbero non essere tutte ugualmente produttive nel senso che un'impresa potrebbe produrre quantità maggiori di un'altra a partire da una stessa quantità di input.
Un'impresa può essere più produttiva di altre se sa organizzare meglio la propria produzione oppure se è l'unica impresa ad avere accesso a una nuova invenzione.
Possiamo misurare la produttività relativa di un'impresa, esprimendone il prodotto effettivo q come una % del prodotto che l'impresa più produttiva del settore potrebbe aver prodotto q* partendo dalla stessa quantità di input:   100 q /q*. L'impresa più produttiva del settore ha una misura della produttività relativa pari al 100% (= 100 q /q*. punti percentuali).
Le differenze di produttività tra mercati diversi potrebbero essere dovute a differenze del livello di concorrenza. Nei mercati concorrenziali le imprese meno produttive subiscono delle perdite e sono costrette a uscire dal mercato (le imprese che rimangono presentano la stessa produttività); in un mercato meno concorrenziale, un'impresa meno produttiva potrebbe essere in grado di sopravvivere, per cui si possono osservare imprese con livelli di produttività differenti.

Le innovazioni. Nel proprio processo produttivo un'impresa cerca di utilizzare le migliori tecnologie e conoscenze manageriali a propria disposizione. Un progresso delle conoscenze che consenta di produrre una quantità maggiore di output con lo stesso livello di input è chiamato progresso tecnico.
I progressi tecnici non neutri sono le innovazioni che alterano la proporzione in cui gli input sono utilizzati. Tale progresso tecnico fa risparmiare lavoro: introducendo l'innovazione, il rapporto tra il lavoro e gli altri input utilizzati per la produzione di un dato livello di output diminuisce. Analogamente il rapporto tra il prodotto e il lavoro (ossia il prodotto medio del lavoro) aumenta.
Le innovazioni possono anche modificare la funzione di produzione e incrementare la quantità di prodotto realizzato con una data quantità di input.
di Alessia Chiovaro
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.