Skip to content

Imposte differite: quando non si calcolano

Imposte differite devono essere rilevate per tutte le differenze temporanee imponibili tranne in due casi: - rilevazione iniziale avviamento : l'avviamento è un valore residuale, e per questo non si calcolano le differite;
- rilevazione iniziale di un'attività o di una passività in un'operazione che
- non rappresenta un'aggregazione aziendale e
- al momento dell'operazione stessa non influenza nè l'utile contabile nè il risultato imponibile.
Questo significa che se un'attività o una passività il giorno che la compro ha una parte non riconosciuta fiscalmente, non bisogna calcolarci sopra le differite.
In particolare si riferiscono a proventi tassabili in esercizi successivi a quello di competenza economica (es. quota plusvalenze su beni patrimoniali e strumentali) o oneri deducibili in esercizi precedenti a quello di competenza economica, come:
- plusvalenze su beni strumentali tassabili in quote in esercizi successivi a quello di realizzazione
- costi capitalizzati e ammortizzati che sono deducibili nell'esercizio in cui vengono sostenuti
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.