Skip to content

I provvedimenti cautelari o conservativi nella fase prefallimentare


Se oggi si ritiene prevalente il diritto alla difesa, non per questo è venuto meno un rischio secondo cui il debitore, consapevole dell’istanza, provveda ad occultare o trasfigurare il proprio patrimonio o lo faccia sparire con altre attività fraudolente.
Il modo per garantire il diritto alla difesa dell’imprenditore e, contestualmente, impedire all’imprenditore disonesto di sfruttare i tempi processuali per far sparire il proprio patrimonio, è indicato dal penultimo comma dell’art. 15 che stabilisce che “il tribunale, ad istanza di parte, può emettere i provvedimenti cautelari o conservativi a tutela del patrimonio o dell’impresa oggetto del provvedimento, che hanno efficacia limitata alla durata del procedimento e vengono confermati o revocati dalla sentenza che dichiara il fallimento, ovvero revocati con il decreto che rigetta l’istanza.
In sostanza, il legislatore afferma questo:
a. Il diritto alla difesa è sacro e non può trovare alcuna deroga. Sulla base di ciò, nessuno può essere dichiarato fallito senza prima esser stato ascoltato o messo in condizioni di difendersi. In violazione di quanto disposto, ogni sentenza emanata sarà nulla;
b. Se il creditore procedente credono che vi sia il rischio che la convocazione dell’imprenditore possa consentire l’occultamento o il trafugamento del patrimonio, possono presentare istanza al tribunale affinchè emetta provvedimenti cautelari o conservativi a tutela del patrimonio. In questi casi, anche senza ascoltare l’imprenditore, il tribunale può procedere al sequestro dell’intero patrimonio del debitore evitando che nel corso della procedura prefallimentare l’imprenditore occulti o trafughi i propri beni;
c. I provvedimenti di natura cautelare e conservativa avranno efficacia per tutta la durata della procedura prefallimentare e verranno confermati o revocati dalla sentenza che dichiara il fallimento, oppure saranno revocati con decreto che rigetta l’istanza.
Tratto da DIRITTO FALLIMENTARE di Alessandro Remigio
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.