Skip to content

Il modello ecologico di Bronfen Brenner


MODELLO ECOLOGICO DI BRONFEN BRENNER  che scrisse “Ecologia dello sviluppo umano” negli anni 70 ? interazione del neonato avviene in contesti diversi, abbiamo bisogno di analisi di un contesto sociale per capire qualsiasi interazione.  L’ecologia studia il comportamento degli animali nel loro habitat naturale.
Termine ecologico = si occupa dell’ambiente.
Bronfen Brenner, figlio di un direttore di un ospedale psichiatrico in Russia, studia l’ambiente dello sviluppo della mente umana. Dai discorsi di suo padre ha capito che l0ambiente fisico influenza il comportamento dell’uomo. Il manicomio produce malattia per le condizioni e le cure (Basaglia), così anche i bamb nell’orfanotrofio  muoiono psicologicamente. L’ecologia dello sviluppo umano è la forma dell’influenza tra esito di sviluppo e comportamenti e i diversi livelli, ogni contesto di vita viene compreso attraverso l’analisi di almeno 4 livelli di contesto che si articolano reciprocamente tra di loro. B. fa l’esempio delle matriosche, una inclusa nell’altra, anche i livelli dell’interazione sociale sono uno incluso nell’altro, è presente il termine sistema in ogni livello.
L’approccio sistematico indica i livelli di influenza reciproca tra le persone e i vari livelli di interazione dell’ambiente.
Insieme = un sistema è un insieme organizzato che ha dimensioni maggiori della somma delle sue componenti, si ha più relazioni:
-Integrità
-Circolarità dell’influenza
-Stabilità e cambiamento : la famiglia è un sistema aperto influenzato dagli stimoli esterni quindi tende all’equilibrio e respinge il cambiamento.
MICROSISTEMA = indica qualsiasi contesto di vita al cui interno i soggetti fanno esperienza di interazione diretta. La famiglia e la sessione di nido sono i microsistemi dei bambini. Come si caratterizza il microsistema :
-Relazioni
-Ruoli
-Attività = routine e rituale che sono delle pratiche sociali.
Bronze dice che il microsistema è uno schema di attività, ruoli e relazioni di cui il bamb in via di sviluppo ha esperienza in un determinato contesto che hanno caratteristiche fisiche e concrete. Sono i luoghi di vita consueti. Il concetto di pratiche sociali rimanda a quelle attività più consuete come le routine e i rituali ( organizzazione del quotidiano). Bisogna analizzare i ruoli reciproci tra i bamb, i rituali sono modelli di azioni che si ripetono e che assumono significati per definire appartenenze e pratiche.
MESOSISTEMA = indica la qualità delle relazioni che intercorrono tra più microsistemi : nido-famiglia. La qualità delle relazioni che intercorre è un livello del contesto di vita del bambino in quanto influenza il bambino.
ESOSISTEMA =è il primo livello di cui il bambino non fa esperienza diretta, è esterno. Es: posto di lavoro dei genitori che influenza le possibilità e opportunità di crescita del bambino. La disoccupazione diventa una condizione psico-sociale  che influenza il bambino, per cui è importante il reddito economico.
“I bambini nella vita quotidiana” venne fatta una ricerca sulle madri, prese 4 categorie : insegnanti, casalinghe e impiegate per analizzar il tempo che trascorrono con i figli. Le madri insegnanti hanno scelto il contesto del lavoro in quanto conciliano casa lavoro. Le impiegate stanno fuori casa tutto il giorno e soffrono di più la lontananza. Vennero sottoposte a delle domande:  da cosa dipende l’intelligenza di un bambino?
-Caratteristiche ereditarie     
-dalle relazioni         
-ricchezza di stimoli ambientali
Da cosa dipende l’intelligenza di tuo figlio?
Le insegnanti alla prima domanda hanno risposto ambiente e relazioni, ma alla seconda domanda hanno risposto l’ereditarietà per deresponsabilizzarsi.
MACROSISTEMA = macro : mondo delle idee, rappresentazione, valori, aspetti legislativi che regolano un contesto di vita che diventano gli orientamenti di vita con cui ci si comporta con i bambini.
Il bambino nasce pre - adattato  all’interazione e comunicazione, sono il nodo del contesto evolutivo umano. Questa interazione entra e si concretizza nelle attività che riguardano il soddisfacimento dei bisogni del corpo = mangiare, dormire. La realtà quotidiana = le attività più pratiche e abitudinarie necessarie a soddisfare i bisogni, sono le relazioni più stabili.
Tratto da PSICOLOGIA SOCIALE di Selma Aslaoui
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.