Skip to content

Ricavi della Gestione Caratteristica

I Ricavi della Gestione Caratteristica conseguiti nel 2009 sono diminuiti di € 24855 milio rispetto al 2008 (-23%) soprattutto a causa della diminuzione dei prezzi in dollari delle Commodity petrolifere, nonché dei minori volumi venduti. Tali fattori negativi sono stati parzialmente attenuati dall'impatto del deprezzamento dell'euro sul dollaro.L'area che maggiormente inciso su tale riduzione è stata la Petrolchimica, in quanto ha registrato una riduzione dei ricavi di €2100 milioni (33.3%) rispetto al 2008 per effetto della flessione dei prezzi di vendita (in media del 26%) e dei minori volumi venduti in relazione alla debolezza della domanda sui mercati di sbocco.
Per quanto concerne le altre divisioni, esse hanno subito, fondamentalmente, della riduzione dei prezzi di vendita e dell'andamento negativo dello scenario petrolifero ed energetico in generale.
L'unica Business Unit che ha registrato un risultato positivo è stata Ingegneria & Costruzioni, i ricavi, infatti, sono aumentati di € 488 milioni (+5.3%) rispetto al 2008 per effetto dell'elevato numero di progetti oil&gas avviati nella fase di espansione del ciclio petrolifero.

Nel 2010, invece, i ricavi realizzati sono aumentativi € 15.296 milioni rispetto al 2009 (+ 18,4%) per effetto essenzialmente dei maggiori prezzi in dollari delle commodity petrolifere e del deprezzamento dell'euro sul dollaro. Anche sul risultato del 2010 l'area che ha avuto una maggiore incidenza è stata la Petrolchimica che ha registrato dei ricavi pari a € 6.141 milioni (+ € 1.938 milioni rispetto al 2009); tale incremento è legato essenzialmente all'incremento dei prezzi in media del 35,6% e del significativo recupero delle vendite (+ 10,9% in particolare negli elastomeri) grazie alla ripresa della domanda sui mercati di sbocco rispetto ai livelli particolarmente depressi dello scorso anno.
Analogo motivo ha condotto anche all'incremento dei ricavi nelle altre business unit; solo il settore Gas & Power ha registrato una riduzione pari a € 871 milioni per effetto principalmente del calo delle vendite in Italia (-5,75 miliardi di metri cubi, pari al14,4%), parzialmente attenuato dalla leggera ripresa dei prezzi spot e oil-linked ai quali sono indicizzati i ricavi di vendita e dalla crescita delle vendite nei mercati target europei.

di Gennaro Civero
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.