Skip to content

Definizioni, classificazioni e rappresentazione delle immobilizzazioni immateriali

DEFINIZIONE EX CNCD N. 24 : Richiamo definizione immobilizzazioni tecniche, con
l’aggiunta della discriminante della mancanza di tangibilità (i.e. consistenza fisica).
Le immobilizzazioni immateriali sono valori comuni a più esercizi, privi di consistenza fisica, relative a condizioni produttive acquistate dall’impresa, la cui utilità economica riguarda più esercizi.
La non tangibilità rappresenta un problema dell’iscrizione in bilancio, perché è difficile l’identificazione. Per questo il PC n.24 esplica che al fine di iscrivere una immobilizzazione immateriale nel bilancio occorrono 3 CONDIZIONI NECESSARIE:
- DEVONO ESSERE SOSTENUTI DEI COSTI (DI ACQUISTO se viene acquistata da terze economie, O DI PRODUZIONE se viene costruita internamente). Il costo è il fenomeno che fa si che l’immobilizzazione sia identificabile. Se un’immobilizzazione è acquistata a titolo gratuito allora non viene iscritta in bilancio;
- DEVE TRATTARSI DI UN COSTO AD UTILITÀ PLURIENNALE, perché va in SP;
- DEVE TRATTARSI DI UN VALORE AUTONOMO E INDIPENDENTE RISPETTO AL COMPLESSO DEI BENI DELL’IMPRESA. Viene anche chiamato IDENTIFICABILITÀ del singolo valore. Questo perché le immobilizzazioni portano ad un
VANTAGGIO COMPETITIVO : è il vantaggio che un’azienda ha rispetto ai concorrenti, ad esempio perché è efficiente. Però l’efficienza non è identificabile. Ma un’immobilizzazione visto che è intangibile deve essere identificata, per questo si fa riferimento a questo principio.
Il PC. N.24 dopo aver definito le immobilizzazioni immateriali, propone una CLASSIFICAZIONE, perché le immobilizzazioni immateriali tra loro possono essere molto diverse:
1. BENI IMMATERIALI IN SENSO STRETTO : creazioni intellettuali che hanno possibilità di scambio e che sono coperte da specifica tutela giuridica (es. brevetti, software, marchi).
La tutela giuridica rende possibile lo scambio e rende l’innovazione (che è astratta) molto concreta, identificabile. La tutela giuridica è lo strumento più forte di identificabilità.
2. AVVIAMENTO : rappresenta l’insieme di risorse immateriali legate ai vantaggi competitivi che l’azienda possiede rispetto ai concorrenti, realizzato in sede di acquisizione.
L’avviamento è la differenza tra PREZZO PAGATO PER ACQUISIRE UN’AZIENDA – VALORE CORRENTE DEL PATRIMONIO NETTO dell’azienda acquisita.
L’avviamento viene pagato perché l’azienda ha delle caratteristiche immateriali che fanno si che l’azienda valga di più.
L’avviamento originario non è iscrivibile in bilancio perché manca il costo e il valore di iscrizione non è iscrivibile.
3. ONERI PLURIENNALI:rappresentano condizioni di produzione ad utilità differita non rappresentate da beni, non estraibili (non separabili), non cedibili (non trasferibili) (es. costi di impianto e ampliamento, spese di pubblicità, spese di ricerca e sviluppo). Sono costi pluriennali che non si concretizzano nell’acquisizione o produzione interna di beni o diritti.
Questi sono previsti dal PC. N.24, ma non sono previsti dallo IAS 38. Inoltre a differenza del punto 1 non c’è tutela giuridica. Infatti non sono trasferibili proprio perché manca la tutela giuridica. Ma analogamente al punto 1 sono pluriennali.
In applicazione dei principi di prudenza e di competenza occorre distinguere le immobilizzazioni che, presentando utilità differita (pluriennale), si iscrivono come attività in stato patrimoniale, rispetto alle spese che, presentano utilità corrente (dell’esercizio in corso), sono interamente spesate a competenza del conto economico di periodo. La differenza tra utilità differita  e corrente è soggettiva.
Lo IAS 38 avendo come utilizzatore di riferimento l’investitore, poiché la soggettività è enorme, mette tutto in CE per non sbagliare.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

International Accounting -corso progredito

Appunti di International Accounting che approfondiscono quelli relativi al corso base. Più nel dettaglio viene presa in considerazione la descrizione puntuale con numerosi esempi dei capisaldi della materia, in particolare IAS e IFSR.