Skip to content

Metodo di confronto del prezzo - Comparable uncontrolled price

Può essere: prezzo applicato tra parti indipendente su transazioni similari.
- INTERNO : si applica all’interno del gruppo. Sui beni venduti si deve applicare lo stesso prezzo, sempre che le condizioni del mercato siano le stesse. Altrimenti bisogna fare degli aggiustamenti. Questo metodo non è facile, perché bisogna trovare lo stesso bene, alle stesse condizioni, nello stesso momento, nello stesso luogo.
- ESTERNO : all’interno del gruppo viene applicato il prezzo applicato per le stesse transazioni ma nei confronti di soggetti terzi. È esterno poiché vi è la possibilità di disporre di un prezzo similare con terzi indipendenti e di confrontare il prezzo con terzi indipendenti. Non necessariamente deve essere lo stesso prezzo, il prezzo può essere aggiustato per riflettere tutte le condizioni contrattuali della cessione. Esterno vuol dire che vado fuori dal gruppo.
Attraverso l’ANALISI FUNZIONALE si banalizzano le funzioni di ciascuna società all’interno del gruppo, per vedere se siamo nello stesso luogo, se siamo nello stesso stadio di commercializzazione. Identifica le funzioni che vengono svolte dalla società all’interno del gruppo. E quindi si aggiusta il prezzo in funzione di quella che è l’attività svolta all’interno dell’impresa.
Esempio:
Se la società italiana vendo ad un terzo dettagliante a 150, e contemporaneamente vende ad una società americana che fa parte dello stesso gruppo, e sua volta vende ad un dettagliante che fa sempre parte del gruppo. Anche questa transazione avviene a 150.
Per sapere a quanto la società italiana vende distributore USA, che poi a sua volta vende a 150 ad un suo dettagliante, si usa l’analisi funzionale. In funzione delle attività svolte dal distributore, avrà un margine che viene lasciato. Se le funzioni vengono svolte dal distributore, il prezzo sarà più basso. Maggiori sono i rischi imprenditoriali, maggiori sono le funzioni svolte, maggiore sarà il margine.
Esempio:
Una società rumena vende ad una società italiana delle scarpe dettagliare:
COSTO DI PRODUZIONE DELLA SOCIETÀ RUMENA = 1000
COSTO DISTRIBUZIONE DELLA SOCIETÀ ITALIANA = 1000
PREZZO DI VENDITA DELLA SOCIETÀ ITALIANA = 3000
Per sapere a quanto la società rumena deve vendere alla società italiana, facciamo un’analisi delle funzioni: gran parte dell’attività viene svolta in Italia, ed è quindi la società italiana ad avere funzioni prevalenti, e la società rumena è solo un terzista, sulla base delle indicazioni mandatele dall’Italia.
In questo caso il metodo raccomandato è quello del costo maggiorato.
Quindi in questo caso il mark up della società rumena sarà 300. Questo 300- i costi rappresenta il suo utile. I 1000 di costi di produzione + 300 di mark up = 1300 prezzo di vendita che la società rumena applica alla società italiana.
Per determinare il 30% di margine bisogna confrontare i margini fatti da concorrenti che svolgono le stesse funzioni in Romania da concorrenti che producono le stesse scarpe e le vendono in Italia.
Tratto da PIANIFICAZIONE FISCALE D’IMPRESA di Valentina Minerva
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Economia Aziendale, un'introduzione

Appunti del corso di Economia Aziendale. Consentono una familiarizzazione con i principali temi e argomenti della materia, approfondendo tutto ciò che riguarda gli aspetti economici dell'azienda. Corredati di numerosi esempi.