Skip to content

Contenuto delle posizioni di garanzia: obblighi di controllo

Il legislatore non si focalizza sul bene giuridico che bisogna garantire, ma si focalizza su una determinata fonte di pericolo che il soggetto titolare della posizione di garanzia deve tenere sotto controllo, per questo si chiama posizione di controllo. Esempio: se io sono l’addetto al servizio nivometrico di una determinata stazione sciistica, devo tenere sotto controllo i pendii in maniera tale che se aprono le piste all’ingresso per gli sciatori, poi costoro non sono travolti da una slavina. Io non sono garante dell’incolumità degli scisti a 360°, ad esempio non rispondo di chi si rompe una gamba perché non sa sciare. Rispondo se viene giù una slavina che avrei dovuto tenere sotto controllo e coinvolge delle persone. Ne risponde se questo evento mi può essere rimproverato. Sono investito dall’obbligo giuridico di impedire eventi lesivi in danno degli sciatori che derivano dal verificarsi delle slavine e solo questo devo controllare.
Nella posizione di controllo bisogna tenere a bada solo quel particolare pericolo.
In questo sistema delle posizione di garanzia gli obblighi giuridici di impedimento di eventi possono nascere solo in quelle situazioni nelle quali il soggetto abbia poteri giuridici per impedire l’evento. Obbligo di impedire e potere di impedire sono due facce delle stessa medaglia. Chi ha il potere di impedire l’evento ha anche l’obbligo giuridico. Se un soggetto non ha poteri giuridici allora non ha l’obbligo giuridico di impedire, e non può essere chiamato a rispondere.
Esempio: la legge ha attribuito i poteri per impedire il verificarsi di un evento all’amministratore delegato di una società che costruisce palazzi e ha tutti i poteri necessari per garantire la sicurezza e l’incolumità per i dipendenti che lavorano per la sua azienda. Ha l’obbligo giuridico di impedire che si infortunino. Perciò se mentre costruiscono i palazzi non indossano il caschetto e qualcuno muore, l’amministratore delegato ne risponde perché non ha impedito l’evento che aveva l’obbligo giuridico di impedire, che equivale a come averlo cagionato.
In organizzazioni complesse non è l’amministratore delegato ad occuparsi di tutto, è possibile quindi, e se si, in che misura, delegare questi doveri: Si può passare la responsabilità a qualcun altro, si possono delegare le funzioni e con quale effetto: Si può fare, soprattutto nelle organizzazioni complesse la delega delle funzioni è una buona prassi
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.