Skip to content

Tariffe in due parti unica



Due tipi di consumatori. Questi due consumatori hanno una domanda diversa, quindi allo stesso prezzo comprano quantità diverse. Il consumatore di tipo 1 compra una quantità minore del consumatore di tipo 2. Il consumatore di tipo 2 è un consumatore di grossi quantitativi. Il consumatore di tipo 1 compra allo stesso prezzo quantità più ridotte.
L’impresa deve scegliere una tariffa in due parti, con una parte fissa e una parte variabile, ma ne deve scegliere una sola. All’impresa converrebbe scegliere una tariffa che si compone di una parte fissa pari a t2 + p. Però in questo caso il consumatore del tipo 1 non compra il bene perché troppo caro.
Se l’impresa fissa t1 + p tutti e due i consumatori entrano nel mercato. Il consumatore di tipo 2 entra nel mercato e gli rimane del surplus perché paga solo t1 di parte fissa e gli rimane t2.
In un caso di questo genere l’impresa deve decidere se conviene avere entrambi i consumatori nel mercato: estrarre tutto il surplus a un consumatore e lasciare una parte di surplus all’altro consumatore che paga solo t1.




Come deve essere la tariffa in due parti:
Supponiamo che l’impresa fissi un prezzo PC per ogni unità venduta.
Quale dovrebbe essere la parte fissa:
- PC AG, l’impresa estrae tutto il surplus dal Consumatore 2, ma esclude dal mercato il Consumatore1;
- PC AF, l’impresa estrae tutto il surplus del Consumatore 1, ma non riesce ad estrarre tutto il surplus del Consumatore 2.
Meno simili sono i consumatori, più è difficile per l’impresa appropriarsi del surplus del consumatore
Ci sono due tipi di consumatori. L’impresa può fissare PcAC ed estrarre tutto il surplus dal consumatore 2, ma esclude dal mercato il consumatore 1.
Se fisso come parte fissa PcAF estrae tutto il surplus dal consumatore, ma lascia al consumatore di tipo 2 il surplus.
Meno simili sono i consumatori, più difficile è per l’impresa appropriarsi del loro surplus.
Le imprese hanno deciso di scegliere una tariffa in due parti multipla, con la quale possono fissare una parte fissa e una parte variabile diversa a seconda dei consumatori.
di Valentina Minerva
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.