Skip to content

I caratteri dello scambio finanziario: durata e incertezza

Utilità dell’informazione e della tecnica contrattuale.
* Lo scambio finanziario ha la funzione di trasferire risorse finanziarie tra le parti interessate. L’oggetto dello scambio è rappresentato dalla proprietà delle risorse finanziarie per un certo periodo di tempo. Lo strumento dello scambio è il contratto che definisce diritti e obblighi delle parti.
lo scambio finanziario è costituito da prestazioni monetarie (almeno 2) di segno opposto e distanziate nel tempo: il datore di risorse finanziarie effettua una prestazione attuale (trasferimento a titolo oneroso della proprietà di risorse finanziarie) in contropartita di una prestazione futura del prenditore (consistente nella restituzione del capitale ricevuto e del pagamento della remunerazione pattuita). Lo scambio finanziario non può essere concepito astraendo dalla dimensione temporale (trasferimento intertemporale)
* l’estensione temporale dello scambio finanziario produce la conseguenza che le due prestazioni hanno intrinsecamente diverso grado di incertezza; infatti, la prestazione del datore, una volta effettuata, è certa, mentre quella del prenditore è comunque aleatoria, poiché è subordinata all’incertezza del suo comportamento e delle condizioni economico-finanziarie future, che gli consentiranno o meno di adempiere alle obbligazioni assunte. L’incertezza della prestazione differita non è solo “esterna”, cioè dipendente dalla condizione soggettiva o oggettiva del debitore, ma può essere in parte “interna” al contratto stesso, nell’ipotesi che questo contenga clausole che rendono variabile la prestazione del prenditore (es. titolo obbligazionario indicizzato) oppure consentono ad esso un’espressione di discrezionalità (caso del titolo azionario).
* il livello di incertezza dipende dall’informazione previsiva che il datore/investitore riesce ad ottenere in merito ai profili di rischio dell’investimento. Infatti, per una decisione di investimento appropriata occorre disporre ex ante dell’informazione maggiore (completezza) e migliore (affidabilità) possibile. Completezza e affidabilità dell’informazione hanno importanza cruciale sia nella decisione dell’investimento (fase pre-scambio) sia nel controllo dell’andamento dell’investimento e del comportamento del prenditore (fase post scambio).
di Alessia Chiovaro

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.