Skip to content

Commento di Pietro Paolo Ferraro all’art. 2406: potere di convocazione dei sindaci

Il potere di convocazione costituisce un potere-dovere (con tutto ciò che ne consegue sul piano della responsabilità, 2407 comma 2), in quanto parte del dovere di controllo. Tale potere sorge “qualora nell’espletamento del suo incarico” ravvisi gravi irregolarità; al di fuori di tale confine, si avrebbe difetto di legittimazione, quindi vizio procedimentale, e dunque annullabilità della deliberazione assembleare.
Sempre con riferimento al potere del comma 2, Il titolo “Omissioni degli amministratori” può far pensare ad una competenza sostitutiva del collegio sindacale, ma si è in presenza di una sua prerogativa autonoma (esclusiva o concorrente con quella degli amministratori), che acquista particolare importanza laddove sia inopportuno o illogico lasciare la convocazione all’iniziativa degli amministratori (es.: denunzia dei soci, 2408).
Con riferimento al comma 1, invece, si tratta di un dovere sostitutivo.
Con riguardo, invece, al richiamato carattere di eccezionalità della convocazione, tuttavia non più prerogativa solo delle minoranze, dal combinato disposto degli art.. 2408 e 2406 comma 2 risulta mutato il rapporto tra soci e sindaci: la denuncia del socio (2408 comma 1) può adesso anche evolvere nella convocazione dell’assemblea qualora il collegio ravvisi i presupposti contemplati dal 2406 comma 2.
La preventiva comunicazione al presidente del cda, una sorta di fair play societario, risponde sia a mere finalità di informazione che ad esigenze di fisiologico coordinamento dell’operato degli organi sociali (in modo da rendere possibile la convocazione al cda stesso, per evitare l’intervento sindacale).
La mancanza di tale comunicazione non vizia l’intero procedimento deliberativo, ma rileva esclusivamente sul piano della responsabilità dei sindaci.
di Moreno Marcucci
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.