Skip to content
Tesionline

APPROFONDIMENTI

Escatologia degli sms

13/06/2005

Escatologia degli smsSono ormai tra le esperienze quotidiane più condivise ma gli sms mancano ancora di una loro poesia. Nel senso che sono considerati semplici mezzi, senz'anima né parte. Li chiamano “messaggini”, che associazione vi nasce nella testa? È “-ino” qualcosa di piccolo, poco importante, oppure sa da vezzegiativo un po' paternalistico.
Ma i messaggini crescono e maturano.
Gli sms hanno una loro potenza ma a basso profilo, sono piccoli ma discreti, li mandi da ovunque, dici o lasci intendere, che spesso è la stessa cosa. Il seduttore li usa come dolci ami per saggiare la preda, l'innamorato per intagliare piccoli doni alla sua dama, l'amico per inviare catene al burlone.
Tutti li usano quando non sanno che fare, per sentire uno che non si vede da qualche vita (che a telefonare non si sa che figura si fa..), per conoscere gente nuova.
Sono un buon antidoto per una timidezza comunicativa che, paradossalmente o meno, sussiste ancora e non scompare. Anzi probabilmente è destinata a crescere. Lancio uno sguardo al mondo delle chat e messenger (non voglio demonizzare, tutt'altro) e me ne rendo più che conto.
Ci sarebbe da fare una buona sociologia dei messaggini.
C'è però un elemento fortemente business oriented ancora poco scoperto.
Così personali e incisivi, i sms sono il canale che gli uomini di comunicazione cercano da sempre. Niente pietre filosofali ma un mezzo che arriva dove promette di arrivare. Perchè il messaggino viene letto in ogni caso, anche solo per cancellarlo l'istante dopo. I progetti delle aziende in questo campo operativo stanno nascendo, più o meno ragionati. C'è ancora molto da fare. Purchè non si cada nell'ennesima spam: prima posta cartacea, poi email, manca questa...
Finchè c'è (un po') di privacy c'è speranza comunque.

Superando queste riflessioni business, vi chiedete se i sms ci fossero stati 30 anni fa? Gandhi in una bella pubblicità fa il suo figurino, ma immaginatevi i ragazzi di qualche decennio fa con qusto bel strumento.. altro mondo, altri ritmi e altre modalità. Sugli esiti non mi sbilancio.
Onore agli sms quindi, -ini solo nel nome. Onore soprattutto a chi avrà la fantasia per valorizzarli.

Tesi dell'autore: