Skip to content

Tecniche di Leveraged Buy-Out


I. Investor Buy Out (“standard”)
II. Management Buy Out (MBO): Forma di LBO realizzata da manager dell’azienda Target, che attraverso la costituzione di una Newco mirano ad acquisire il controllo della società da essi amministrata.
III. Family Buy Out (FBO): Forma di LBO realizzata all’interno di un’azienda di tipologia familistica, ove alcuni membri della famiglia proprietaria rilevano dai restanti soci le relative quote di partecipazione.
IV. Corporate Buy Out: Operazione posta in essere tra società appartenenti allo stesso gruppo aziendale, volta a riorganizzare gli assetti patrimoniali del gruppo medesimo.
V. Employee Buy Out (ESOP –Employee Stock Ownership Plan): Forma di LBO realizzata dai dipendenti dell’azienda Target, che si propongono in qualità di compratori di quest’ultima. L’operazione è infrequente nella realtà italiana, ma risulta largamente diffusa nei Paesi anglosassoni in virtùdel ruolo rivestito dai fondi pensione come soggetti attivi nell’operazione di finanziamento, oltre che incentivata da una normativa fiscale che favorisce la diffusione della proprietà azionaria in favore dei dipendenti.
VI. Istitutional Buy Out: Forma di LBO realizzata da società specializzate nella compravendita di aziende a scopo speculativo.

La tecnica finanziaria in esame rende più facilmente raggiungibile:
- l’acquisizione di aziende di grandi dimensioni difficilmente scalabili con il solo ricorso al capitale di rischio da parte dell’acquirente (es. Telecom);
- la minimizzazione del rischio imprenditoriale in capo all’acquirente;
- il miglioramento della performance aziendale e la garanzia della continuità gestionale, consentendo di risolvere fasi critiche della vita aziendale (quali, ad esempio, la successione nell’ambito del gruppo familiare proprietario);
- il riassetto della compagine societaria in seguito a scompensi manifestatisi in seno al gruppo di controllo (ad esempio, nel caso di piccoli imprenditori cresciuti troppo rapidamente e non più in grado di amministrare una realtà aziendale complessa).
Peraltro, l’assenza di qualsivoglia limite quantitativo (legislativamente prefissato) alla capacità di indebitamento del soggetto acquirente potrebbe comportare:
- rischi di distorsione del mercato (in particolare con riguardo a particolari categorie di soggetti esterni alla compagine societaria –finanziatori, creditori, ecc.).
- possibili lesioni dei diritti delle minoranze azionarie
- separazione tra proprietà e rischio d’impresa.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Riorganizzazioni Aziendali

Appunti delle lezioni del Corso in Riorganizzazioni Aziendali del Prof. Campra - a.a. 2010/2011