Skip to content

LIBERTA’ RESPONSABILE


La regolazione ha così a che fare con il tentativo di orientare le scelte individuali verso obiettivi socialmente condivisi: si arriva così all’idea di libertà responsabile, che ha a che fare con la ricerca di un equilibrio tra l’interesse personale ego-riferito e il benessere collettivo. Se ne parla quindi tutte quelle volte in cui, per operare una scelta in modo più o meno autonomo, contemplo anche gli interessi diversi dai miei.
Esistono sostanzialmente tre forme di regolazione dei consumi:
- NEUTRA;
- PROMOZIONALE;
- CONFORMATRICE.

Man mano che si scende dalla prima alla terza forma di regolazione, aumenta la pressione esterna, la forza coercitiva dell’orientamento, l’impatto sulla libertà e l’autonomia personale del consumatore.
Si parla di regolazione neutra laddove lo Stato intervenga sui consumi in vista della riduzione delle limitazioni esterne dell’autonomia e soprattutto della libertà di scelta del consumatore. E’ neutra perché in questo caso non si riorientano le preferenze, ma ci si limita a intervenire su eventuali ostacoli all’esercizio della volontà personale oppure al raggiungimento del massimo vantaggio.
Sono tre le forme di intervento della regolazione neutra; la prima ha a che fare con l’aumento della garanzia dei diritti di informazione (ad esempio intervenire sul contenuto delle etichette, vincolando la quantità di informazioni che devono essere presenti sulle etichette; significa contemplare tutta una serie di garanzie che il venditore deve dare all’atto della firma del contratto, che vanno a modificare la consapevolezza del consumatore); il secondo aspetto ha a che fare con la facilità di accesso alla giustizia, cioè con l’incremento della possibilità per il consumatore di intentare causa al produttore o al venditore, cioè con la parte forte dello scambio (tramite camere di negoziazione, giudice di pace, tavoli di concertazione…); il terzo elemento è dato da tutte le altre forme che hanno a che fare con la difesa e la tutela del consumatore, come ad esempio le forme di sostegno all’associazionismo dei consumatori.
Tratto da SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI di Andrea Balla
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Manuale di Psicologia dei Consumi

Riassunto del libro "Manuale di Psicologia dei Consumi" di Russo Vincenzo e Olivero Nadia.