Skip to content

La traduzione per Goethe, Humboldt, Schleiermacher

Nella Germania romantica il problema del tradurre è questione filosofica e intellettuale. Per Goethe, Humboldt e Schleiermacher la traduzione è incontro di culture: la lingua del traduttore deve adattarsi e accogliere la diversità del testo straniero.

Goethe distingue tre generi di traduzione: il primo ci fa conoscere l'estero dalla nostra prospettiva (ad es. la Bibbia di Lutero); il secondo si sforza di trasferirsi nelle situazioni del paese straniero, ma in realtà tende solo ad appropriarsi del senso a noi estraneo e a raffigurarlo nel proprio senso.

Questa è per Goethe l'epoca parodistica ed è il caso della Francia: così come adatta le parole straniere alla propria lingua, il francese procede anche con i sentimenti e i pensieri. Il terzo genere, e la terza epoca, è quello in cui la traduzione rappresenta paritariamente l'originale.
Goethe coglie il significato politico della traduzione, cioè il bisogno di definire l'identità linguistica e culturale attraverso il confronto con un'alterità. Parimenti per Humboldt, il fine della traduzione è acquisire per la lingua e lo spirito della nazione ciò che essa non possiede o possiede altrimenti. La traduzione per i romantici è dunque più un lavoro sulle differenze che sulle somiglianze: la differenza irriducibile delle lingue è condizione necessaria della traduzione stessa.

Il senso del discorso si riassume qui: la traduzione ha raggiunto i suoi alti fini se invece della stranezza fa sentire l'estraneo. Il concetto di estraneità è rilevante anche in Schleiermacher: la buona traduzione consente al lettore di uscire da sè e mettersi in contatto con l'estraneità dell'originale.

Tratto da LETTERATURA COMPARATA di Domenico Valenza
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro