Skip to content

Relazioni simmetriche e complementari

La distinzione dipende dalla posizione assunta dai soggetti all’interno dello scambio
Relazioni simmetriche → uguaglianza: il comportamento di uno tende a rispecchiare quello dell’altro
Relazioni complementari → differenza: il comportamento di uno tende a completare quello dell’altro
Nelle relazioni simmetriche ci si trova sullo stesso piano
Nelle relazioni complementari c’è una posizione primaria (one-up) e una posizione secondaria (one-down), ma la differenza non implica necessariamente attività/passività, forza/debolezza.. (es. medico-paziente)
Le relazioni hanno forma fluida, se invece fossero rigide e ripetitive potrebbero essere patologiche; sarebbe opportuno che una stessa relazione sia in certi momenti simmetrica e in altri complementare
Tratto da LINGUAGGI DELLA COMUNICAZIONE di Fabio Merenda
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro