Skip to content

Demografia e marketing


Studio della popolazione per quanto riguarda il suo andamento e la sua composizione. È importante per il marketing perché le persone sono il motore del mercato ed è indispensabile conoscere le tendenze demografiche:
a) sviluppo della popolazione: numero di persone che nascono e diventano compratori. I paesi in via di sviluppo sono quelli che crescono di più, mentre i paesi sviluppati crescono meno.
b) classi di età: stratificazione della società per sapere quali sono i principali consumi. Con l'evoluzione cambiano i consumi.
Es. Mercato dell'automobile: in Europa la capacità d'acquisto di un'auto e tra i 40 e i 55 anni, perché le entrate raggiungono il massimo. Quindi intorno al 2005 i baby-boomers (nati tra la fine dei '50 e la fine dei '60) raggiungeranno la loro capacità economica massima, perciò dovrebbe crescere il numero di immatricolazioni.
c) struttura dei redditi: tendono a crescere in termini reali (aumenta la quota del cosiddetto reddito discrezionale a disponibile); i decision maker sono sempre singoli; aumentano le persone che vivono sole (interessanti perché hanno una grossa quantità di reddito disponibile); rivoluzione dei tassi di interesse; potere d'acquisto dei più giovani e lenta crescita.
d) occupazione: il tasso di occupazione indica le potenzialità di consumo degli individui. Le differenze tra le remunerazioni più alte e più basse si riducono: i consumi diventano più omogenei; il 40% della disoccupazione europea e costituita da giovani, il mercato dei giovani e vulnerabile.
e) distribuzione geografica della popolazione: aumento della densità (abitanti per km quadro); fenomeno dell'urbanizzazione: nel 1900 in Italia solo il 9,4% della popolazione viveva in centri oltre i 100.000 abitanti, oggi oltre il 24%.
Tratto da MARKETING E IMPRESA di Federica Scavino
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro