Skip to content

Diagnosi differenziale tra disturbi cluster A e schizofrenia


Sovrapposizione di determinati elementi quali:
• Asocialità
• Impossibilità nel provare piacere (elemento affettivo/anafettivo)
• Compromissione a livello cognitivo

La schizotipia secondo studi del 2002 comprenderebbe due fattori:
• Schizotipia più negativa: ritiro sociale, anedonia ridotta capacità di provare emozioni piacevoli.
• Schizotipia più positiva: stili cognitivi che potrebbero deteriorarsi a tal punto di sfociare nella schizofrenia - sintomi positivi, ma se non arrivano al livello di patologia nella schizofrenia, possono essere visti come fattori positivi. Questi aspetti positivi possono avere successo a livello di relazione e di coppia, anche perché mostrano creatività artistica che possono avere influenza nell’accoppiamento, ecco perché questi tratti possono permanere nella sottopopolazione generale perché c’è facilità di accoppiamento rispetto altre condizioni di altri disturbi di personalità.

Il disturbo schizotipico di personalità si riscontra spesso in persone di livello economico inferiore, spesso disoccupate, raramente vivono sole, non hanno amicizie strette o relazioni sentimentali, molto spesso predominano esperienze percettive insolite, ma anche sintomi ansioso-depressivi in comorbilità.

Ci sarebbe collegamento interessante tra disturbo schizotipico e osessivo-compulsivo dell'asse I.
Alcuni studi dimostrano che ci sarebbe una premorbosità del disturbo schizotipico di personalità nei confronti del disturbo ossessivo-compulsivo.

Ci sono alcune persone con disturbo ossessivo-compulsivo che hanno caratteristiche premorbose un disturbo schizotipico di personalità e sono più difficilmente trattabili di quelle nelle quali non compare questo elemento premorboso.

SCHIZOTASSIA: Meehl avrebbe evidenziato un difetto neurale ereditario predisponente alle varie forme di patologia schizofrenica. La schizotipia potrebbe essere la combinazione tra questo difetto e un apprendimento sociale da parte della persona. Questo tratto sarebbe distribuito nella popolazione.

Schizotipia e schizofrenia ci sarebbero anomalie cerebrali simili e dei deficit cognitivi simili. Negli studi di genetica ci sarebbe frequenza del disturbo schizotipico nei parenti di primo grado dei pazienti schizofrenici. Ci sarebbe poi il tratto disorganizzazione che sarebbe elemento di vulnerabilità sia per lo sviluppo di disturbi psicotici ma anche per il bipolarismo.

Altri studi effettuati nei pazienti con disturbo schizotipico di personalità vedrebbero distorsioni del ragionamento → saltano alle conclusioni. Errori di pensiero sarebbero dovuti ad elaborazione distorta.

Elemento essenziale: relazioni interpersonali deficitarie, distorsioni cognitive e percettive, eccentricità del comportamento → spettro schizofrenico (rischio aumentato di sviluppo di schizofrenia e parenti di primo grado).
Come i pazienti paranoidi queste persone hanno sospetti verso gli altri, non sviluppano relazioni intime con altri soggetti perché c’è una sospettosità di base.
Diagnosi differenziale rispetto altri disturbi di Cluster A, fare riferimento allo schema di prima perché c’è situazione interpersonale deficitaria, sospettosità che sono caratteristiche peculiari di questi pazienti (comportamenti, pensieri eccentrici).
Hanno idee di riferimento → determinati eventi hanno significati speciali e personali.
Pensiero magico → pensano che determinati eventi possano essere controllati con il pensiero, controllare eventi attraverso il pensiero.
Eloquio → vago, circostanziato, parole inusuali o bizzarre.

Ovviamente la sospettosità o proiezione paranoide con affettività inappropriata sottolinea l’aspetto peculiare di questi disturbi.
5 almeno i criteri soddisfatti, ma rispetto agli altri c’è maggiore commistione di più effetti.

Ci sono anche qui prospettive diverse, ma l’una non esclude l’altra, approccio deve comprendere tutte le condizioni, occorre valutare i pensieri disadattivi di queste persone.
Pensieri insoliti incapacità di raccogliere indizi comunicativi da parte di altre persone.
Tratto da PSICOPATOLOGIA DIFFERENZIALE di Veronica Rossi
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.