Skip to content

Disturbo Dipendente


Una situazione pervasiva ed eccessiva di necessità di essere accuditi, che determina comportamento sottomesso e dipendente e timore della separazione, che compare nella prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti, come indicato da cinque (o più) dei seguenti elementi:
1. Ha difficoltà a prendere le decisioni quotidiane senza richiedere una eccessiva quantità di consigli e rassicurazioni
2. Ha bisogno che altri si assumano le responsabilità per la maggior parte dei settori della sua vita
3. Ha difficoltà ad esprimere disaccordo verso gli altri per il timore di perdere supporto o approvazione.
Nota: Non includere timori realistici di punizioni
4. Ha difficoltà ad iniziare progetti o a fare cose autonomamente (per una mancanza di fiducia nel proprio giudizio o nelle proprie capacità piuttosto che per mancanza di motivazione o di energia)
5. Può giungere a qualsiasi cosa pur di ottenere accudimento e supporto da altri, fino al punto di offrirsi per compiti spiacevoli
6. Si sente a disagio o indifeso quando è solo per timori esagerati di essere incapace di provvedere a se stesso
7. Quando termina una relazione stretta, ricerca urgentemente un’altra relazione come fonte di accudimento e di supporto
8. Si preoccupa in modo non realistico di essere lasciato a provvedere a se stesso.

Disturbo dipendente di personalità situazione pervasiva ed eccessiva di necessità di essere accuditi, timore della separazione (diverso dal borderline perché la necessità è di esser accuditi ma secondo visione diversificata), gli altri devono assumersi le responsabilità per lui, pur di ottenere accudimento si offre per compiti spiacevoli, alla fine di una relazione ne cerca un'altra. Questi criteri vanno nella direzione del senso di inadeguatezza che ha il soggetto e che deve essere supportato nel fare tutto quindi sembrerebbe che questa classificazione (DSM-V) vada verso la dipendenza funzionale → ha bisogno di accudimento perché il dipendente ha senso di inadeguatezza (poca fiducia in sé) in realtà c’è altro che si riscontra in terapia che non va solo nella direzione dei comportamenti dipendenti non c’è solo la componente funzionale, ma manca quella emotiva che è NEEDINESS (dipendenza emotiva) → cioè necessità dell’altro ed attaccamento all’altro (bisogno dell’altro non solo a livello funzionale, ma bisogno dell'altro per essere se stessi).

Questa neediness è riscontrabile nella depressione, nel disturbo borderline ed istrionico ma c’è una differenziazione, infatti, l’istrionico ha bisogno di attenzione, non solo di accadimento, nel borderline ha bisogno dell’altro per il senso di vuoto che deve essere riempito da qualcuno idealizzato che poco dopo svalutato. Oppure anche per l’instabilità che ha in sé. Nella depressione ci può essere un bisogno dovuto alla sensazione di non farcela da solo, non tanto per le caratteristiche funzionali, cioè per fare delle cose, ma proprio emotivamente. L'attaccamento è proprio in relazione a questo e alla vista di un futuro difficoltoso.
Quindi qualitativamente è diversa nei vari disturbi.

Al di là della diagnosi differenziale, accennare in merito la dipendenza che può essere funzionale ed emotiva. Dal punto di vista clinico questo il tipo di relazione cambia molto, la differenza tra dipendenza funzionale ed emotiva è importante perché si possono programmare dei compiti più nel senso di diminuire questi comportamenti dipendenti o anche nel senso della reazione emotiva rispetto al fatto della mancanza dei soggetti che dovrebbero accudire, quindi nel senso di esperienze comportamentali nel bisogno di supporto per le varie funzioni.


Tratto da PSICOPATOLOGIA DIFFERENZIALE di Veronica Rossi
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.