Skip to content

Yale Brown Obsessive-Compulsive Scale


Tipi di ossessioni:

• Aggressive (paura di far male agli altri, di far male a se stessi, violenza o di orrore, essere responsabile per cose che vanno storte, fare qualcosa di imbarazzante, agire d’impulso ecc)
• Di contaminazione (preoccupazione o disgusto per urine, feci ecc, preoccupazione per la sporcizia e germi, contaminazione ambientale, preoccupazione per detergenti per la casa che possono rilasciare sostanze tossiche.
• Sessuali (pensieri, immagini, impulsi proibiti o perversi che riguardano spesso incesti, animali, bambini, omosessualità, comportamento aggressivo sessuale verso gli altri), spesso a questi si collega il sentimento di colpa.
• Accumulo
• Religiose
• Per l’asimmetria e l’ordine
• Vario genere (non vengono ben catalogate, mettono in atto il meccanismo del dubbio nel paziente, paura di perdere il controllo a volte anche la necessità di sapere o di ricordarsi, paura di dire certe cose, paura di non dire cose giuste → rispetto l’ideale di perfezione ha paura di dire cose che si discostano da quella traccia, immagini intrusive neutrali, suoni, musica o parole senza senso o motivetti) → importante verificare che il tutto sia molto stressante con compromissione della funzionalità del soggetto perché spesso succede nella quotidianeità.
• Somatiche
• Pulizia o lavaggi (lavarsi le mani in modo eccessivo e ritualizzato, fare il bagno, la doccia, lavarsi i denti o cura di sé in modo eccessivo, pulizia di oggetti della casa, altre misure per prevenire il contatto con contaminanti). Spesso costringono a fare lo stesso anche i membri della famiglia, o comunque a mantenere tutto pulito e tenersi pulito. Il senso di angoscia e poca libertà si sente immediatamente, questo può portare a rifiutare il paziente per paura di non riuscire ad entrare nei suoi circoli viziosi, invece bisogna accantonare la paura e riuscire a capire i meccanismi e creare un’alleanza col paziente, per poi procedere con l’imporsi nel disturbo.
• Contare (qui spesso non c’è corrispondenza tra il contare e l’evento)
• Controllare (controllare che non si sia causato o non si causerà danno agli altri, paura di aver messo sotto degli animali con la macchina, controllare di aver chiuso bene la macchina tante volte). Compiendo gli atti di controllo l’ansia diminuisce, ma per pochi minuti, ma di nuovo ritorna, e di nuovo si mettono in atto comportamenti per neutralizzarla
• Ordine o sistemare
• Altre compulsioni di vario genere: rituali mentali (diversi dal controllare o contare), necessità di dire frasi, chiedere o confessare, necessità di toccare (prima di fare una cosa toccare un'altra cosa per poter procedere)

Ci possono essere degli aspetti che sono stati inseriti nel DSM-V, caratteristiche simili di ossessioni e compulsioni anche se hanno obiettivi più specifici, per esempio la tricotillomania.

Tratto da PSICOPATOLOGIA DIFFERENZIALE di Veronica Rossi
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.