Skip to content

Dal cinema muto al cinema sonoro


Nella seconda metà degli anni '20 si ha il passaggio dal cinema muto al cinema sonoro, con l'uscita nel 1927 del film “Il cantante di jazz” diretto da Alan Crosland.
Si tratta di un processo di transizione piuttosto che lento che comportò delle conseguenze traumatiche sia per quanto riguarda gli ingenti costi a livello economico sia gli sforzi produttivi dovuti alla conversione degli strumenti tecnologici.

Il Paese più all'avanguardia furono gli Stati Uniti, mentre per altri richiese molto più tempo, tanto che insieme ai film sonori continuavano ad essere prodotti film muti.

In Italia, il primo film sonoro uscirà nel 1930 diretto da Gennaro Righelli e intitolato “ La canzone dell'amore”.

Caratteristica fondamentale dei film sonori è la colonna sonora, ovvero una traccia fissa, stabile, inserita in tutti i fotogrammi della pellicola in prossimità dell'estremità sinistra. Gli elementi che compongono la colonna sonora sono la parola, la musica e gli effetti sonori.

Il passaggio dal muto a sonoro comportò non pochi problemi.
Tra i principali emersero la cattiva dizione e la voce spesso poco gradevole di quelli che erano stati i divi del cinema muto che, per questo motivo, videro finire la propria carriera.
A livello tecnico le apparecchiature, come le camere insonorizzate, erano troppo pesanti e mancavano i microfoni direzionali, portando nella maggior parte dei casi a problemi nella sincronizzazione dell'audio.

Il film che meglio racconta in maniera ironica e divertente questa transizione, e tutte le conseguenze che ne derivarono nei primi anni, è Singing in the rain”, film del 1952 diretto da Gene Kelly e Alan Crosland. I protagonisti sono proprio due divi del muto che vengono scritturati per interpretare il ruolo di protagonisti del primo film sonoro: mentre l'uomo riesce ad adattarsi alle nuove istanze, la donna, anche per via della sua sgradevole voce, non riesce e il film risulterà un flop. La soluzione al problema verrà trovata nel doppiaggio della voce della diva con quella della cantante amata dal protagonista.
La strategia verrà svelata solo alla fine, la diva verrà la sua carriera stroncata mentre la giovane donna otterrà il successo meritato.

Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.