Skip to content

Discorso: narrazione

Raccontare significa informare. Secondo Cicerone la narrazione deve essere breve + chiara + verosimile
Una narrazione è verosimile se i fatti raccontati sono veri: nella pratica però una narrazione poco convinta può sembrare falsa anche se i fatti sono veri, e viceversa
La narrazione è quindi verosimile se aderisce ad un sistema di aspettative condivise

Credibilità + sicurezza dell’emittente influenzano la percezione del pubblico
Nel raccontare i fatti bisogna scegliere quali cose raccontare e quali no, quali dettagli esaltare e quali trascurare
Principio di cooperazione → dare un contributo informativo nel momento in cui viene richiesto e per gli obiettivi accettati all’interno dello scambio
Se non venissero seguite delle regole di cortesia che vengono date per scontato è possibile che il pubblico non sappia nemmeno come interpretare il messaggio né decidere se è credibile

Massime della conversazione di Grice:
Secondo la QUANTITA’
• Dare un contributo tanto informativo quanto è richiesto  
• Non dare un contributo più informativo di quanto è richiesto
Secondo la QUALITA’
• Non dire ciò che si crede essere falso
• Non dire ciò di cui non si hanno le prove
Secondo la RELAZIONE
• Essere pertinenti
Secondo il MODO
• Evitare l’oscurità di espressione
• Evitare l’ambiguità
• Essere brevi
• Essere ordinati nell’esposizione

Per verificare che nell’esposizione ci siano tutte le informazioni necessarie bisogna porsi le domande chi, cosa, dove, quando, come, perché

di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.