Skip to content

Impugnazione delle pronunce su più reati nella sentenza

Una sentenza può contenere pronunce su più reati: ogni capo contiene una decisione su una imputazione.
Sulla singola imputazione il giudice pronuncia una condanna o un proscioglimento.
Contro i singoli capi della sentenza il codice può prevedere diversi tipi di impugnazioni; ad esempio, la condanna pronunciata nel rito abbreviato può essere sottoposta ad appello da parte dell’imputato e a ricorso per Cassazione da parte del pm.
Quando contro la stessa sentenza sono proposti mezzi di impugnazioni diversi, nel caso in cui sussista connessione, il ricorso per Cassazione si converte nell’appello.
La disposizione configura un rimedio preventivo contro il sorgere di giudicati contrastanti sul medesimo reato o su reati connessi.
Tale conversione opera automaticamente ope legis quando su almeno un capo è stato proposto appello.
Il ricorso per Cassazione, anche se convertivo in appello, resta limitato ai motivi di legittimità e non può estendersi ai motivi di merito.
Il giudice di appello, ove accolga una questione di legittimità, mantiene i propri originari poteri; e cioè non deve annullare, come farebbe la Corte di Cassazione, bensì deve riformare il giudizio.

di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo riassunto in versione integrale.