Skip to content

L'ordine architettonico

L'ordine architettonico è un sistema di progettazione che in relazione a luogo e impiego ha diversi ordini.

Kanon = misura in base al quale di prende tutta la misurazione dell'edificio. Non ti do misure ma il criterio di proporzione, questo mi garantisce il rapporto che sta in architettura tra gli uomini e il progetto. Non è un imposizione matematica ma un approccio.
 
Un concetto fondamentale è che l'architettura ha bisogno di elementi fondamentali che si trovano in natura o artificiali.

1° → la luce. Prima che esistesse la luce artificiale ci si poteva affidare solo alla luce naturale del sole. La luce naturale del sole viene utilizzata in modo tale da far percepire l'oggetto ai nostri occhi. Il ruolo della luce è di identificare i vari dettagli. Lo spazio è dinamico, in continuo movimento. Con il sole vi è la  percezione da parte dell'uomo che però è legata al difetto ottico: vediamo solo davanti quindi la realtà è deformata. Dato che l'occhio umana deforma l'oggetto, progettista lo altera -> c'è bisogno di luce e distanza per vedere tutto l'oggetto.

Per risolvere i problemi dell'occhio umano nascono: le scanalature della colonna.
Fatte per il controluce: quando arriva il raggio di sole su una superficie levigata la scarnifica, svuota la massa dell'oggetto che perde i contorni in particolare se era una colonna angolare. Per risolvere i greci inventano le scanalature. Quasi un mezzo tondo in verticale, la luce impatta una parte del solco, la parte restante rimane in ombra.

Altro sistema di scanalatura è l'entasi: per evitare la scarnificazione si gonfiava la parte centrale del fusto della colonna.

Non confondiamo qualsiasi cosa per architettura.
I concetti fondamentali che danno architettura sono:
Venustas = bellezza
Firmitas = solidità
Utilitas
Quando l'oggetto corrisponde a questi criteri vi è architettura.

STORIA DELL'ARCHITETTURA = storia del pensiero di chi ha progettato.

di Debora Neri
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.