Skip to content

L’apporto della finanza statale

La contribuzione, comunque, non è l'unica fonte di alimentazione finanziaria del sistema previdenziale.
Infatti, tra i vari sistemi di finanziamento possibili (quello interamente a carico dell'erario, quello a esclusivo carico delle categorie interessate e, infine, quello parzialmente a carico dell'uno e delle altre), il legislatore italiano ha finito per prescegliere il terzo.
È chiaro che viene così configurata una ulteriore tipologia di rapporti previdenziali: quella che riguarda i rapporti intercorrenti tra l'erario e gli enti previdenziali.
L'intervento della finanza statale si realizza, in via ordinaria, attraverso trasferimenti di bilancio (rimborsi) e, in via straordinaria, attraverso anticipazioni di tesoreria (prestiti) quando si tratta di far fronte a conseguenze, più o meno impreviste, del divario tra entrate contributive e spesa per le prestazioni.
Si deve tener conto, poi, di quella particolare forma di partecipazione finanziaria dello Stato al sistema previdenziale, rappresentata dalla contribuzione figurativa.
Come già ricordato, in determinati casi di sospensione o interruzione del rapporto di lavoro il finanziamento pubblico si sostituisce al difetto di contribuzione da parte dei soggetti obbligati.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.