Skip to content

L’assicurazione obbligatoria per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti, e le forme equivalenti

Il rapporto che si costituisce attraverso l’assicurazione generale obbligatoria per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti (AGO) ha ad oggetto i tre eventi generatori di bisogno ai quali la stessa intitolata: l'invalidità, la vecchiaia, la morte.
Detta assicurazione, gestita dall'INPS, riguarda innanzitutto l'intero settore privato del lavoro subordinato.
Peraltro, nel regime generale per i lavoratori subordinati confluiscono anche le categorie di lavoratori autonomi o associati, delle quali si è già detto.
Inoltre, fanno capo all'assicurazione generale obbligatoria anche i dipendenti degli enti pubblici cosiddetti parastatali.
Per i dipendenti delle pubbliche amministrazioni opera uno specifico, corrispondente regime di previdenza, costituito presso l’INPDAP, che "esclude" l'assicurazione generale obbligatoria suddetta: detto regime previdenziale viene, quindi, classificato come fondo esclusivo.
Nel settore privato, infine, regimi differenziati valgono per alcune ben determinate categorie, costituiti come fondi sostitutivi dell'assicurazione generale (gestiti dall'INPS o da altri enti), o come fondi autonomi.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.