Skip to content

Ospizi e poveri nei pellegrinaggi antichi


Ma nel medioevo è anche tanta la sollecitudine verso i poveri. Lo testimoniano gli ospizi e gli ospedali della strada. Come la Casa d’Aubrac, fondata nel XII sec. La guida del pellegrino di Santiago parla delle loro funzioni: conforto dei pellegrini, consolazione dei malati, riposo degli indigenti. Sono case di accoglienza per i pellegrini e ospedali gratuiti. Ma sono anche centri di controllo: controllano i passaggi obbligati e vegliano sulla loro sicurezza, contro le imboscate. Sono edificati spesso lungo i grandi assi stradali, nei punti scabrosi o delicati. La Guida ne cita 3 importanti: l’ospedale di Gerusalemme, quello di Mont-joux e Santa Cristina presso Aspe. Ai quali ovviamente corrispondono i 3 grandi pellegrinaggi. Anche i templari comunque curavano i viaggiatori.
L’ospizio del Mont-Joux fu fondato dall’arcidiacono Bernardo di Aosta nella meta del XI sec. lungo una delle vie alpine più frequentate. Quelli che giungevan dalla francia si riunivano ad Agaune e Martigny prima di risalire la valle d’Entremont e scendere ad Aosta. Una via romana raggiungeva i 2472 m del passo. I romani avevan lì un tempio a Giove e un rifugio per i passanti. L’ospizio medievale appare nel 1125 dedicato a s Nicola di mira. Poi Bernardo canonizzato vi fu associato, e l’ospizio era fatto funzionare dai canonici regolari di S.Agostino. il nome del passo fu mutato in Gran San Bernardo.
La terza “colonna” era nell’attuale Somport, sui pirenei a 1600 metri, su un passo importante come i valichi d’Aspe.  In una carta del 1100 del re d’aragona si menziona l’ospizio di s.cristina che aiuterebbe i poveri. Era servito da canonici di S.Agostino, che facevan servizio ospedaliero. Il declino dell'ospizio fu rapido. Colpito nel 16° sec da guerre di religione, fu soppresso nel 1605.

di Dario Gemini
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.