Skip to content

Parlare ad un pubblico

Quando si parla in pubblico è necessario che ci sia una chiara divisione dei compiti, in modo tale che tutti siano in grado di fare la loro parte e in modo tale da ricostruire un senso condiviso; così facendo è però possibile che la comunicazione si trasformi in un gioco delle parti in cui assolvere il compito è più importante che entrare in relazione
I ruoli sono comportamento stereotipati. Un modo per uscire dallo stereotipo è rompere le regole; così facendo è però possibile che l’attenzione si sposti da “ciò che il mittente dice” a “ciò che il mittente fa” → il messaggio rischia di perdersi

Le regole per parlare davanti ad un pubblico sono principalmente di tipo comportamentale:
• Non leggere (o leggere in modo espressivo)
• Non aggrapparsi al microfono
• Non nascondersi dietro al podio
• Stare in piedi
• Prevedere spazi per un’interazione con il pubblico
• Sollecitare domande
• Prendere le “misure” del pubblico (es. parlare a 10 persone è diverso da parlare a 200 persone) → quanto più il pubblico è grande e disomogeneo, tanto più il discorso deve essere semplice e chiaro
di Fabio Merenda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.