Skip to content

Polonia e Russia nel 1700

La Polonia beneficia della prosperità orientale settecentesca. Vengono dissolti i gesuiti, si evolvono i rapporti tra Chiesa e Stato, improntati al febronianismo (o supergiuseppinismo) sotto l'impulso del cancelliere Zamoyski. Clamoroso lo statuto di educazione nazionale del 1773 che finanziava la riforma tramite i beni confiscati alla Compagnia di Gesù. Zamoyski tentò pure di allentare la morsa dei grandi proprietari terrieri sul servaggio.


Russia

In Russia coesistevano due mondi diversi: quello della massa contadina sprofondata nel servaggio e quello dell'élite che domiciliava a San Pietroburgo. Questa società arcaica e orientale nel 1700 inizia uno sforzo per edificare dal nulla uno Stato alla occidentale. La Duma boiarda è sostituita da un Senato e alla struttura contadina senza interferenze esterne si sostituisce una economia di scambio. In fondo la Russia di Caterina non è né dorata né da buttare.


di Gherardo Fabretti
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.