Corporeità e Apprendimento

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Anna Di Palma Contatta »

Composta da 94 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2322 click dal 29/01/2013.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo.

Anteprima della Tesi di Anna Di Palma

Anteprima della tesi: Corporeità e Apprendimento, Pagina 6
Mostra/Nascondi contenuto.
7 I CAPITOLO CORPOREITÀ “Dire “mio corpo” equivale a dire “me stesso” e con ciò io mi pongo al di qua o al di là di qualsiasi rapporto strumentale. (Gabriel Marcel) 1 La corporeità è sede di emozioni-sentimenti quali, espressività – comunicazione con l‟altro e l‟esteriorità per riconoscere sé grazie alla presenza dell‟altro; sede di funzioni cognitive ovvero, processi cerebrali di organi preposti, cosicché la mente emerge dal corpo per stadi di consapevolezza. Pensare di appartenere al mondo significa essere soggetto corporeo, emotivo, storico, in connessione con gli Altri, e con l‟ambiente. Il corpo e la persona sono un “unico Essere” per cui, connettendosi, si fondono in un‟unica visione olistica. Così come il Corpo e la Mente inter - sono, non possono e non devono essere prese in considerazione in modo separato e distinto fra loro, ma fanno parte di quel tutto che è la persona nella sua complessità. E‟ attraverso il vissuto corporeo che si può costruire quella rete di relazioni e di appartenenza della quale facciamo parte da sempre come ‛esseri umani‟. La corporeità dunque è corpo che sente (sensazioni, percezioni con funzione attiva, valutativa); che dialoga con l‟orecchio e con la voce; che possiede sonorità e con-vibra con il ritmo esterno; che esprime, nella gestualità e nel movimento, sentimenti, desideri, bisogni; che conosce, perché la prima forma di conoscenza si attua nell‟interazione tra madre e feto in una immersione globale di sonorità ritmica e tattile. Ed è questo ascolto globale, unitamente alla sensazione tattile avvolgente, che permette la conoscenza primaria dell‟alterità. 1 Gabriel Marcel (Parigi, 7 dicembre 1889 – Parigi, 8 ottobre 1973) è stato un filosofo e scrittore francese. Criticando la separazione di origine cartesiana tra soggetto ed oggetto, che ha portato l'uomo a pensare in maniera ingiusta di poter dominare il mondo, Marcel afferma che è necessario ricuperare l'unità fra soggetto ed oggetto, partendo dall'Io e dal corpo, che non è altro da me, in quanto "io sono il mio corpo".