Skip to content

Destinazione e Cluster Turistici: un'applicazione all'Oasi egiziana di Siwa

Informazioni tesi

  Autore: Iacopo Raspolli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e gestione dei servizi turistici
  Relatore: Francesco Capone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 115

Nella prima sezione del lavoro si cercherà di descrivere le caratteristiche del concetto di destinazione turistica, andando a specificare le differenze che sussistono rispetto al concetto generale di luogo o territorio definito, ma anche quelle riscontrabili tra l’offerta di una destinazione e quella di un insieme di imprese operanti sullo stesso territorio.
Si passerà successivamente a prendere in considerazione un particolare modello di offerta, ovvero il cluster porteriano, analizzando la sua essenza teorica e guardando come, seppur nato in relazione all’industria manifatturiera, possa essere applicato al settore del turismo con riferimento ad una singola destinazione. Inoltre si cercherà di comprendere cosa implichi l’adozione e l’implementazione di detto modello per una località turistica, andando a guardare gli effetti specifici causati dalla struttura del cluster.
Infine si cercherà di comprendere come un cluster turistico possa trovare un’applicazione vincente in località caratterizzate da un’economia arretrata e che abbiano scelto di puntare sul turismo come leva di crescita, in grado di attivare e stimolare tutti quei settori, appartenenti a svariati ambiti, che concorrono e dipendono dall’industria turistica.
Nella seconda parte si cercherà di riprenderle e di applicarle alla località di Siwa, un’oasi situata nel Sahara egiziano al confine con la Libia.
La destinazione è appena stata “scoperta” dai turismo internazionale, il quale ne ha subito compreso le potenzialità di sviluppo, mentre attualmente si trova ancora in una situazione di arretratezza economica: il turismo è visto come il settore su cui puntare per promuovere una crescita ed una modernizzazione dell’oasi, certamente assai numerosa (circa 15'000 abitanti) rispetto alle condizioni di altre oasi.
Il profilo di sviluppo che si intende adottare per questa località ha l’obiettivo di creare un sistema che ricalchi le condizioni, i principi e le caratteristiche di un cluster turistico. A tal fine si analizzeranno i vari attori che dovranno operare sul territorio, cercandone di comprendere le funzioni, ed i rapporti che tra questi dovranno essere stabiliti. Date le condizioni di Siwa, ci si soffermerà infine sulle caratteristiche e sulle funzioni che dovrà avere un particolare soggetto, quello che in teoria è chiamato “Holding di destinazione” e che in questa località, almeno nella prima fase di sviluppo, dovrà ricoprire la carica di promoter e di coordinatore dello sviluppo turistico dell’area.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Come riconosciuto da tutti gli esperti nel campo e non, il settore turistico è oggi divenuto uno dei più importanti, se non il primo, all’interno dell’economia mondiale, presentando risultati e prospettive future sicuramente invidiabili da qualsiasi altro comparto. Nonostante ciò, forse per la sua complessità, forse perché rivolto caratterizzato da attività leisure, tradizionalmente non riconosciute come “produttive”, solo recentemente si è iniziato a ritenere il turismo degno di studi e ricerche, volte ad analizzare il fenomeno nella sua complessità, tracciando anche le linee per una sua evoluzione. Ci si è così trovati di fronte ad una situazione caratterizzata da una povertà di studi nati specificamente in funzione del turismo, mentre assai più frequentemente si è fatto ricorso a modelli territoriali provenienti da altre aree: come il “milieu” di Aydalot o il “distretto” applicato con successo specialmente in Italia, anche questo modello è nato in funzione del settore manifatturiero 1 . Tra questi modelli, uno che certamente sta trovando un’ampia e fertile applicazione in campo turistico è quello Cluster, elaborato da Porter a cavallo tra gli anni ‘80 e ’90, riprendendo il discorso iniziato nel 1920 da Marshall sulle concentrazioni territoriali di piccole e medie imprese. Recenti studi hanno però evidenziato come il cluster si possa prestare in maniera particolarmente soddisfacente al settore del turismo, soprattutto a livello locale, per risolvere molti quali quello dell’innovazione o del marketing territoriale. In questo lavoro si cercherà di comprendere nel dettaglio il concetto di “destinazione”, andando a studiare la sua essenza, le sue caratteristiche ed i punti di debolezza, analizzando i problemi di cui si accennava sopra. Si prenderà successivamente in esame il modello del cluster, andando a vedere come questo possa adattarsi a talune realtà locali, tra cui le destinazioni turistiche per 1 Per una rassegna sui modelli territoriali industriali estesi al turismo si veda: Capone (2006), Systemic approaches for the analysis of tourism destination: towards the tourism local system.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cluster
destination management
destinazione
egitto
gollub
holding di destinazione
hosier
porter
siwa
slot
turismo
woo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi