Skip to content

Idiosincrasie mediali. Intellettuali e industria culturale tra neorealismo e neoavanguardia

Informazioni tesi

  Autore: Enzo Divincenzo
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Silvia Leonzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 167

Idiosincrasico è l'atteggiamento che le elité intellettuali hanno sviluppato nei confronti dei prodotti dell'industria culturale.Partendo da questo presuposto si è cercato di individuare alcune cause che ahnno contribuito al consolidarsi di questo pregiudizio tra cui il consolidarsi dell'idealismo crociano che ha guidato la critica. Si è passati all'analisi di due fenomeni come il neorealismo e la neovanguardia e poi di alune voci fuori dal coro come Vittorini, Calvino, Pasolini ed Eco.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Le motivazioni che hanno contribuito a scrivere questa tesi, al documentarsi su fatti di carattere prettamente culturale avvenuti diversi anni fa, sono di vario genere. Quelle personali hanno preceduto cronologicamente quelle di carattere scientifico e di studio, ed è per una questione di ordine che vorrei partire da queste. La scelta è caduta su un argomento di mio interesse sin da tempi non sospetti, sin da quando per voracità di lettura mi appassionavo ai romanzi gialli di Agata Christie, e alla science fiction di Jules Verne, anche se all’epoca non mi rendevo conto di cosa leggevo. Le avventure di Hercule Poirot e del capitano Nemo mi facevano sognare ed iniziavo ad istruirmi su alcuni meccanismi tipici di quel genere di letteratura “popolare” che per me rappresentava tutta la letteratura. Erano ancora letture prive di qualsiasi pretesa se non quella di soddisfare l’esigenza primaria di ascoltare storie, poliziesche e d’avventura non importava, ciò che era essenziale era l’affinità del tutto innocente che avevo intrapreso con il genere narrativo. La distanza tra questo atteggiamento innocente e quello successivo di tipo pregiudiziale, è stata presto colmata con gli anni dell’istruzione ufficiale, della letteratura “vera” e dell’idea che i generi di cui mi nutrivo non erano altro che una sottocategoria, una forma un po’ rozza di scrittura che non faceva altro che scopiazzare qua e là dai canoni istituzionali. Questo comunque non mi allontanava dalla consapevolezza che il primo di lettura fosse entusiasmante, ammaliava il lettore che quasi ipnotizzato non riusciva a staccare gli occhi dal libro fino alla fine e al disvelamento dell’intreccio. Ma tutto questo era un bene o era un male? Non riuscivo realmente a schierarmi né dalla parte dei critici, perché continuavo imperterrito a nutrirmi di romanzi gialli, né dalla parte degli entusiasti perché non capivo se questa avesse effettivamente una funzione sociale o una capacità propria degna di essere annoverata tra i manuali scolastici. Col passare del tempo alla già conclamata inferiorità di carattere stilistico, si aggiunsero anche le colpe che a livello ideologico comunemente si attribuivano alla civiltà industriale tuot court, alla civiltà massificata. III

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

calvino
cinema
croce
cultura di massa
cultura popolare
eco
fumetto
gramsci
gruppo 63
idiosincrasia
industria culturale
intellettuali
letteratura popolare
mass-media
neoavanguardia
neorealismo
new media
pareyson
pasolini
scuola di francoforte
sociologia
televisione
togliatti
vittorini

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi