Skip to content

Letteratura & Linguaggio : Translinguismo & Traduzione - Enduring Babele-Poetica dei Mondi, Poetiche del Mondo

Informazioni tesi

  Autore: David Tozzo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Armando Gnisci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

"Letteratura & Linguaggio : Translinguismo & Traduzione - Enduring Babele-Poetica dei Mondi, Poetiche del Mondo", è un documento su lingue, linguaggi, translinguismo, traduzione, Babilonia, Babele.

Dall'Introduzione:

'Lingua & trasmissione.
Sono queste due assonanze delle quattro parole a titolo di questa tesi.
E sono tendenzialmente infinite la assonanze, le similitudini, le sovrapposizioni, le rime che su questa tesi s’incontrano, di continuo, in quel continuo caos che è la creazione.
E ciascuna delle parole di quest’ultimo periodo serba in sé, sotto di sé, attraverso sé diversi significati in un gioco di scatole cinesi - di matrioske più propriamente, per questo, per ora - che è uno spazio vitale reale, effettivo, che prescinde da qualsiasi razza o ragione, pretesa o pazzia…
. ..come ‘similitudini’, così come del suo speculum ‘diversità’; assonanze, come suono della forma del jazz a venire di Ornette Coleman, e come i mille suoni di tutto, persino del mimo da Sofrone di Siracusa a Marcel di Strasbourg; come ‘sovrapposizioni’, di pensieri uno dopo l’altro, di parole prima e dopo essi, ed attraverso, soprattutto attraverso, l’un l’altro & l’altro l’uno; come rime, non necessariamente metriche ma comunque testuali, non necessariamente aleatorie bensì certamente strutturali; come ‘continuo’, che la continuità sono gli anelli della stessa unica, infinita catena che è la correlazione delle particelle minime tutte dell’universo, e più in piccolo la continuità che c’è tra chiunque e chiunque altro, in pochi passi, anzi in uno solo, per cominciare a destra solo perché daqualche parte si dovrà pur cominciare o da qualche altra, per poi continuare in ogni direzione possibile; come ‘tendenzialmente’ e come ‘infinita’, come l’universo e come noi che come una matrioska vi stiam dentro, vi siam dentro, diveniam fuori..
E’ questa una tesi sull’essenza dell’essere, ch’è trovata unicamente nel non unico, nel non isolamento, nel relazionarsi agli altri, nel far parte d’un qualcosa ch’è molto più che Gaia, bensì ch’è l’universo del quale facciam parte e col quale dunque siam messi in correlazione, e dunque in comunicazione.
In movimento, chi si ferma è perduto, e perduto è chiunque se non resta a comunicare in contatto con gli altri.
In un mondo tanto piccolo in un universo tanto grande quali sono i nostri, esistono migliaia di lingue e migliaia e migliaia ne sono esistite. Questa è una tesi sul come possono e come non possono che comunicare queste lingue tra loro, ed attraverso loro noi, che siamo i mezzi per loro d’essere, e viceversa.
E non solo.
Non soltanto sul linguaggio del verbo, ma circa ogni linguaggio possibile. Ed anche circa quello impossibile, ma a cui bisogna che tutti tendiamo, ovvero ad un linguaggio unico che non si trova all’origine [che l’origine non esiste, è un anello staccato dal resto della catena, è un attimo che è andato, tornato all’origine appunto e che dunque più non è, è un qualcosa a cui non più volgersi, ma volgersi al suo diametrale contrario: all’allontanarvisi, all’avanti] bensì si potrà trovare solo alla fine, alla fine della costruzione della Torre di Babele che per definizione è infinita, oltrepassa il cielo, lo attraversa, e che per sfida, per tensione vitale (di movimento e mantenimento, della vita) non possiam far altro che continuare a costruire, sempre più in alto, sempre più caotica, sempre più impossibile e proprio per questo possibile, sempre più vite, sempre più vita.
Poiché l’unico stato che ci governa è il caos, l’unico linguaggio che possiamo parlare nell’universo sono i linguaggi tutti dell’universo, l’unica evoluzione che possiamo perpetrare è la rivoluzione e l’unico limite che non ci può oltrepassare è il cielo, e ogni altro limite lo stesso.
Rivoluzione, si.
Questa tesi si fonda sulle riflessioni d’una vita e sui riflessi di due libri: “After Babel” di George Steiner e “The Translingual Imagination” di Steven G. Kellman.

E’ questo un testo che tende sino ad oltre gli uomini stessi, oltre a dio dunque, che dagli uomini è stato creato e dunque è meno potente, è in effetti degli uomini debolezza. Tende oltre il linguaggio stesso dell’uomo, la sua espressione e la sua affermazione.
Tende, questo testo, a qualcosa di più importante dell’uomo in sé per sé e ovvero all’affermazione dell’esistere dell’uomo, e del suo esprimere, ovvero al comunicare questo all’altra, alla donna. E viceversa. E quella donna a un altro uomo, e poi ad un’altra donna ancora, ciascuno nel suo linguaggio e ciascun ponte tra due (o più) una traduzione (e più), una traslazione, un attraversamento. Il linguaggio, proprio come vita, fatto per essere attraversato, per essere tradotto, per essere trasmesso. Questa tesi è questo. Questa tesi è Babele.'

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I. Introduzione Lingua & trasmissione. Sono queste due assonanze delle quattro parole a titolo di questa tesi. E sono tendenzialmente infinite la assonanze, le similitudini, le sovrapposizioni, le rime che su questa tesi s’incontrano, di continuo, in quel continuo caos che è la creazione. E ciascuna delle parole di quest’ultimo periodo serba in sé, sotto di sé, attraverso sé diversi significati in un gioco di scatole cinesi - di matrioske più propriamente, per questo, per ora - che è uno spazio vitale reale, effettivo, che prescinde da qualsiasi razza o ragione, pretesa o pazzia… . ..come ‘similitudini’, così come del suo speculum ‘diversità’; assonanze, come suono della forma del jazz a venire di Ornette Coleman, e come i mille suoni di tutto, persino del mimo da Sofrone di Siracusa a Marcel di Strasbourg; come ‘sovrapposizioni’, di pensieri uno dopo l’altro, di parole prima e dopo essi, ed attraverso, soprattutto attraverso, l’un l’altro & l’altro l’uno; come rime, non necessariamente metriche ma comunque testuali, non necessariamente aleatorie bensì certamente strutturali; come ‘continuo’, che la continuità sono gli anelli della stessa unica, infinita catena che è la correlazione delle particelle minime tutte dell’universo, e più in piccolo la continuità che c’è tra chiunque e chiunque altro, in pochi passi, anzi in uno solo, per cominciare a destra solo perché da qualche parte si dovrà pur cominciare o da qualche altra, per poi continuare in ogni direzione possibile; come ‘tendenzialmente’ e come ‘infinita’, come l’universo e come noi che come una matrioska vi stiam dentro, vi siam dentro, diveniam fuori.. E’ questa una tesi sull’essenza dell’essere, ch’è trovata unicamente nel non unico, nel non isolamento, nel relazionarsi agli altri, nel far parte d’un qualcosa ch’è molto più che Gaia, bensì ch’è l’universo del quale facciam parte e col quale dunque siam messi in correlazione, e dunque in comunicazione. In movimento, chi si ferma è perduto, e perduto è chiunque se non resta a comunicare in contatto con gli altri. 6

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

babele
babilonia
bernhard
comunicazione
enûma elish
fellini
gnisci
kavi
kellman
letteratura
lingua
linguaggio
lorenz
michelangelo
nureyev
poesia
semerano
socrate
steiner
tattva
traduzione
translinguismo
wikipedia
wittgenstein

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi