Skip to content

Il femminismo islamico. Storia e prospettive in due casi di studio: Egitto e Arabia Saudita.

Informazioni tesi

  Autore: Silia Galli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Anna Bozzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 88

Alla base del seguente lavoro c'è un'osservazione attenta e curiosa del mondo arabo-musulmano, che intende accostarsi a questo mondo superando eventuali pregiudizi e preconcetti. In particolar modo, questo lavoro di tesi ci ha offerto la possibilità di approfondire lo studio della condizione della donna nel mondo musulmano, e verificare su quali basi si fondi l'opinione largamente diffusa in Occidente di un Islam repressivo nei confronti delle donne.
Nella nostra analisi siamo partiti chiedendoci, per prima cosa, se il fenomeno del femminismo islamico potesse essere considerato un movimento di riforma interno all'Islam, capace di offrire una soluzione al bisogno avvertito nel mondo musulmano di una nuova identità islamica che sappia rispondere alle mutate esigenze delle società arabe-musulmane, sempre più esposte alla globalizzazione e al mondo occidentale.
Abbiamo analizzato il dispiegarsi del femminismo islamico nella società egiziana e in quella saudita. L'Egitto è il paese arabo con la più lunga storia di attivismo femminista indipendente, tanto che due donne egiziane vengono considerate gli emblemi del femminismo arabo: Huda Sha'rawi e Zaynab al-Ghazali. Invece, il Regno d'Arabia Saudita, è caratterizzato da una singolare immobilità politica e culturale, dove, tuttavia, le donne stanno poco a poco ritagliandosi i loro spazi di partecipazione attiva alla vita sociale.

Reperire informazioni e dati sul femminismo islamico non è stato difficile, anzi, ci siamo accorti fin da subito di avere a disposizione una grande quantità di materiale. Siamo riusciti a rintracciare alcuni dei lavori di Margot Badran, ricercatrice americana esperta di studi di genere e una delle massime studiose del femminismo islamico. I suoi scritti ci hanno informato circa l'estensione globale del fenomeno e ci hanno aiutato a comprendere come esso sia il prodotto di una comune volontà di reinterpretazione dell'Islam, avvertita sia nei paesi arabi, che nelle comunità musulmane presenti in Occidente, la cui identità è messa alla prova dal clima di incontro-scontro di civiltà a cui stiamo asistendo in questi anni.
Per quanto riguarda la parte sull' Arabia Saudita, i testi base di cui ci siamo serviti per avere una conoscenza generale del Regno, della sua storia e del suo sviluppo, sono stati gli appunti di viaggio dell'illustre orientalista Carlo Alfonso Nallino. Questi scritti ci hanno fornito importanti informazioni circa la formazione del regno, lo statuto ed il sistema legale e giudiziario.
Inoltre, ci è stato d'aiuto, per i capitoli riguardanti il regno Saudita, il saggio di Mai Yamani, "Women in Saudi Arabia", che rappresenta una denuncia da parte dell'autrice al suo paese, denuncia che risuona potente perchè pronunciata da una donna proveniente da una famiglia ricca e privilegiata, legata all' elite politica del paese.
Infine, abbiamo utilizzato il libro della giornalista Lilli Gruber, "Figlie dell' Islam", che si è dimostrato un valido aiuto nel delineare gli effetti e i cambiamenti che il femminismo islamico sta determinando nella società saudita.
Per quanto riguarda l'Egitto, le fonti principali sono state il libro di Massimo Campanini, "Storia dell' Egitto contemporaneo: dall'ottocento a mubarak", e l'opera di Leila Ahmed, "Oltre il velo".

Il primo capitolo di questa tesi introduce e descrive il femminismo islamico e il suo carattere innovativo e globale, descrivendone la pluralità dei contesti culturali e geografici interessati e gli strumenti che esso utilizza. Nei capitoli secondo e terzo abbiamo ripercorso le vicende storiche e sociali dell' Egitto e dell' Arabia Saudita lungo tutto il XX secolo. Nell'ultimo capitolo ci siamo soffermati a riflettere sulla caratteristica globale e sulla portata mediatica del feminismo islamico, tale da riuscire a mettere in contatto tra di loro attiviste e donne residenti in diverse parti del mondo, attraverso una rete di messaggi e scambi di informazioni che rende le une consapevoli delle conquiste delle altre. Succesivamente, abbiamo indicato quali sono le lotte che vedono impegnate attualmente le femministe islamiche in Egitto e in Arabia Saudita e le conquiste che esse hanno già raggiunto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Alla base del seguente lavoro c’è un’osservazione attenta e curiosa del mondo arabo – musulmano, che intende accostarsi in un’osservazionena prospettiva storica al mondo dell’Islam, superando pregiudizi o preconcetti, attraverso gli strumenti che o?re la storia insieme con le scienze sociali. In particolar modo, questo lavoro è sembrato poter o?rirci un’interessante occasione per approfondire lo studio della condizione della donna nel mondo musulmano, e veri?care su quali basi si fondi l’opinione largamente di?usa in Occidente di un Islam repressivo nei confronti delle donne, le quali sono prigioniere di una cultura maschilista che, a detta di molti, trova il proprio simbolo nel ḥigāb, il velo islamico. Ad un’attenta osservazione, la volontà di cambiamento che ha prodotto e continua ad alimentare il femminismo islamico, e la tenacia e determinazione con cui le attiviste portano avanti le loro lotte, ci sono sembrate fatti incontrovertibili tali da poter ribaltare totalmente, non solo l’opinione che vede la donna musulmana incapace di cambiare la sua situazione perché priva di una coscienza di genere, ma anche il giudizio che etichetta la cultura arabo – islamica come “incivile” e violenta. La scelta di analizzare il fenomeno del femminismo islamico risponde ad alcuni quesiti conoscitivi suggeriti proprio dal dibattito odierno sull’Islam, che si misura costantemente con tali pregiudizi. Ci siamo chiesti, dunque, se tale fenomeno potesse essere considerato un movimento di riforma interno all’Islam, capace di o?rire una soluzione a uno dei principali bisogni vissuti attualmente 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ahmed leila
arabia saudita
arabo
carlo alfonso nallino
donne
egitto
femminismo
femminismo islamico
huda sha'rawi
islam
lilli gruber
mai yamani
margot badran
masimo campanini
zaynb al-ghazali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi