Skip to content

La comunicazione commerciale, ovvero come battere Berlusconi alle prossime elezioni

Informazioni tesi

  Autore: Marco Cappuccini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università della Svizzera Italiana - Lugano
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Gestione dei Media
  Relatore: Michele Sorice
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 88

Che lo si apprezzi o che lo si osteggi, è fuori dubbio che Silvio Berlusconi rappresenti uno degli uomini più interessanti da studiare dal punto di vista della comunicazione. Il suo modo di esprimersi, di gesticolare, la sua loquacità gli hanno permesso di diventare un importante uomo d’affari ma, soprattutto, un importante uomo politico.
Sia chiaro: non sarà competenza di questo lavoro dare giudizi sul “come” Berlusconi sia arrivato ad essere quello che è oggi, né tantomeno saranno avanzate supposizioni in merito .
Il mero scopo di questo lavoro è quello di analizzare la comunicazione commerciale in politica e, attraverso questo studio, tentare di dare una risposta al quesito che si interroga sulla possibilità o meno di vedere Berlusconi non come uomo ma come una serie di informazioni e modalità di rapportarsi coi media da seguire nel caso si desiderasse diventare facoltosi uomini di comunicazione, in particolare nell’ambito della politica.
Si è scelto di investigare proprio su questo campo, per il semplice motivo che la persona oggetto di questa tesi opera ormai da anni ed a pieno titolo, nel campo della politica, sfruttando a suo vantaggio gli innesti di comunicazione appresi precedentemente nel campo dell’imprenditoria editoriale. Tuttavia, nel terzo capitolo non si disdegnerà di fare un breve accenno a come la comunicazione stile Berlusconi abbia influenzato il modo di dare notizie anche nell’ambito televisivo.
Chiarite queste premesse, è ora necessario spiegare cosa si intende per “comunicazione commerciale” e che cosa è un “format”.
Partendo dalla certezza che la “comunicazione” è, genericamente parlando, l’atto della trasmissione di un messaggio da un soggetto emittente ad un soggetto ricevente, la “comunicazione commerciale” non è altro che la trasmissione di un messaggio da un soggetto emittente ad uno o più soggetti riceventi con lo scopo di vendere, commerciare qualcosa.
Da qui l’idea di capire se il modo di comunicare di Berlusconi può essere o meno visto come un prodotto da commerciare.
Il “format”, invece, è un’opera dell’ingegno che contiene in sé una struttura originale ed esplicativa di uno spettacolo; un insieme di regole compiute ed articolate che descrivono fasi sequenziali e tematiche di uno spettacolo, determinandone lo svolgimento. Ogni format può subire eventuali adattamenti (a seconda che abbia una struttura rigida o flessibile) atti a rendere il prodotto finale il più simile e gradibile possibile ai gusti del determinato paese che lo compra.

Date le definizioni dei termini di comunicazione commerciale e di format contenuti nel titolo di questo lavoro, è bene fare una panoramica su come si svolgerà la presente tesi: dal momento che, come si è detto, lo scopo della tesi è di studiare la comunicazione commerciale nell’ambito della politica e capire se il modo di comunicare commercialmente di Silvio Berlusconi può essere trasformato in un format da rivendere a chiunque lo volesse comprare, si è deciso di dividere la tesi in tre aree temporali di investigazione: la prima (Ante) porta a conoscenza le modalità comunicative prima dell’avvento della televisione commerciale in Italia, pertanto prima della comunicazione berlusconiana; la seconda area (Cum) invece indaga proprio sul periodo temporale attuale, ovvero da quando Berlusconi ha fatto il suo ingresso nel campo televisivo sino ad oggi che opera ancora nel campo politico; la terza ed ultima area (Post), invece, cercherà di carpire quali mutamenti può aver apportato la comunicazione commerciale e quali altri ne apporterà in futuro, sia sui mezzi di comunicazione che sulla società Italiana.
Questa tesi intende, dunque, approfondire la conoscenza delle peculiarità riguardanti la comunicazione commerciale nel settore della politica e scoprire se attraverso di esse, esiste la possibilità di trasformare la “persona Berlusconi” nel “prodotto Berlusconi”, un format da vendere agli amanti della comunicazione; un metodo di comunicazione politica/commerciale replicabile, un vademecum insomma, da usare per vincere contro Berlusconi nelle competizioni elettorali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 Introduzione Che lo si apprezzi o che lo si osteggi, è fuori dubbio che Silvio Berlusconi rappresenti uno degli uomini più interessanti da studiare dal punto di vista della comunicazione. Il suo modo di esprimersi, di gesticolare, la sua loquacità gli hanno permesso di diventare un importante uomo d’affari1 ma, soprattutto, un importante uomo politico. Sia chiaro: non sarà competenza di questo lavoro dare giudizi sul “come” Berlusconi sia arrivato ad essere quello che è oggi, né tantomeno saranno avanzate supposizioni in merito . Il mero scopo di questo lavoro è quello di analizzare la comunicazione commerciale in politica e, attraverso questo studio, tentare di dare una risposta al quesito che si interroga sulla possibilità o meno di vedere Berlusconi non come uomo ma come una serie di informazioni e modalità di rapportarsi coi media da seguire nel caso si desiderasse diventare facoltosi uomini di comunicazione, in particolare nell’ambito della politica. Si è scelto di investigare proprio su questo campo, per il semplice motivo che la persona oggetto di questa tesi opera ormai da anni ed a pieno titolo, nel campo della politica, sfruttando a suo vantaggio gli innesti di comunicazione appresi precedentemente nel campo dell’imprenditoria editoriale. Tuttavia, nel terzo capitolo non si disdegnerà di fare un breve accenno a come la comunicazione 1 Secondo l’importante rivista americana Forbes che ogni anno stila la classifica degli uomini più ricchi del mondo nonché quella relativa ad alcuni importanti paesi quali l’Italia, Silvio Berlusconi si piazza nel 2010 alla 74^ posizione tra gli uomini più ricchi del mondo mentre si contende ad anni alterni con Michele Ferrero, patron dell’omonima azienda italiana specializzata nel campo dei dolci, la prima posizione tra gli uomini più ricchi d’Italia. Fonte: http://www.forbes.com/lists/2010/10/billionaires-2010_The-Worlds-Billionaires_Rank_3.html

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi