Skip to content

Ambiente e Impresa: Caso Grom - Dal Green Marketing alla Blue Economy: tutti i colori della comunicazione sostenibile in una prospettiva etica

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Biggio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Comunicazione Pubblica, Sociale e d'Impresa
  Relatore: Marco Guidi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 72

Il rapporto tra ambiente e impresa è un tema importante in un periodo di crisi come quello che sta affrontando il sistema economico globale in questi ultimi anni. La Green Economy potrebbe essere un’ottima risposta risolutiva alle problematiche poste da questa relazione, che fonda le sue radici nel più antico e ampio rapporto tra etica ed economia.
Karl Polanyi rivela che l’attuale crisi del sistema di mercato ha origini molto lontane. Egli compie, infatti, un’acuta analisi storica che scopre la problematicità intrinseca al sistema capitalistico, offrendo al lettore una visione di lungo termine che apre il terreno alla Green Economy. Amartya Sen mitiga la posizione di Polanyi, ricordando come il modello dominante dell’economia abbia permesso di raggiungere grandi risultati e come, però, sia comunque auspicabile un avvicinamento di quest’ultima all’etica per il bene della società presente e futura. Quello tra etica ed economia, per Sen, è un incontro fortunato, così come per John Grant lo è quello tra ecologia e marketing.
Prima di incontrare il marketing, però, l’ecologia ha incontrato l’economia tutta. Qui, nasce la Green Economy, un modello teorico-economico che oltre alla massimizzazione del profitto pone tra i suoi scopi la più ampia riduzione dell’impatto ambientale. Molti analisti ritengono che la Green Economy possa essere trainante per uscire dalla crisi. Anche i paesi più inquinanti, come USA e Cina, si stanno muovendo verso iniziative e politiche verdi. Tra i paesi che hanno accolto l’economia verde c’è anche l’Italia, nonostante le resistenze culturali di un atteggiamento noto con il termine NIMBY (“Non nel mio giardino”), contro cui si sono scontrate proposte relative, ad esempio, agli impianti eolici.
In questo contesto, è necessario che chi si occupa di comunicazione conosca il Green Marketing. I due più importanti autori sul tema sono John Grant, con la sua matrice 3x3x2, e Jacquelyn Ottman, con le venti nuove regole di questa disciplina. Attualmente l’atteggiamento green è mainstream, perciò il rischio per le imprese di essere accusate di greenwashing è sempre più in agguato.
Questi due approcci normativi del Green Marketing permettono ai manager d’azienda e ai consumatori di comprendere e scegliere le opportunità offerte dai nuovi media e, soprattutto, dalla comunicazione di rete. La comunicazione aziendale deve contribuire alla trasparenza e il consumatore acquisisce un nuovo e più forte potere. Recentissimamente, un nuovo approccio alle questioni ambientali è stato proposto dalla Blue Economy, un modello economico che ha come scopo ultimo la mimesi dei processi naturali da parte di ogni attività antropogenica.
Infine, il caso Grom dimostra come per l’impresa possa essere conveniente condurre pratiche eticamente corrette e orientate allo sviluppo sostenibile, sia dal punto di vista del mero profitto, che del benessere apportato alla società e all’ambiente.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Lo scopo di questa tesi è dimostrare che l’attenzione all’ambiente non solo è un approccio eticamente responsabile, ma anche una scelta utile per i profitti dell’impresa che la esercita e per il benessere della società in cui quest’ultima è inserita. Questo perché il cittadino-consumatore è divenuto attento, disincantato e assuefatto al vecchio marketing, che si basava quasi esclusivamente sull'immagine, e cerca di avere maggiore consapevolezza di fronte ai suoi acquisti, premiando chi conduce buone pratiche e chi mostra di possedere una visione di lungo termine. Per chi si occupa di comunicazione e marketing queste considerazioni assumono ancora più rilevanza, proprio perché sarà loro compito coinvolgere in un terreno comune di dialogo aziende e consumatori. I comunicatori e gli adetti al marketing non devono più dissimulare la realtà con l’unico scopo di vendere – una pratica molto diffusa negli anni ’90 – ma diffondere e mantenere la verità delle imprese, promuovendo nuovi stili di vita più sostenibili. Il concetto di sostenibilità è fondamentale nell’attuale crisi mondiale che ci costringe ad una rivalutazione dei modelli economici predominanti e ad assumere una prospettiva di lungo periodo, tenendo sempre a mente che il pianeta in cui viviamo è uno solo e deve essere tutelato e mantenuto per le generazioni future. Questo nuovo approccio all’economia pone degli interrogativi morali ed etici a chi intraprende un’impresa e a chi si occupa di sviluppo. Perciò, per meglio compredere la Green Economy, e conseguentemente il Green Marketing, sarà necessario compiere una breve analisi del rapporto tra etica ed economia e cercare di capire come una visione di tipo storico, come quella di Karl Polanyi (cap. 1.1), sarà utile per comprendere, non solo le origini del problema che hanno condotto a sviluppare questi nuovi modelli, ma le prospettive future di questo settore, che, secondo molti analisti, potrebbe essere quello trainante per uscire dalla crisi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi