Skip to content

La follia di Amleto tra psicoanalisi e cinema

Informazioni tesi

  Autore: Veronica Vinci
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filologia moderna
  Relatore: Rosalba Galvagno
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 243

La mia tesi tratta un dramma assolutamente unico nel canone shakespeariano che nell’intera produzione drammaturgica coeva, ovvero il dramma dell’Amleto. Amleto è il mito dell’uomo moderno e nessun dramma è stato tanto studiato, riscritto, rappresentato, tradotto.
Sta nella sua singolarità la ragione dell’enorme successo teatrale e critico che ha incontrato nei secoli, singolarità del protagonista e della sua azione sospesa, della sua messa in questione di ogni asserto di verità. Nel travaglio della crisi epocale tra Cinque e Seicento, una crisi di conoscenza e di valori, la nuova coscienza tragica dell’Amleto esprime la percezione dello svuotamento di essa, una coscienza divisa, lacerata di un Soggetto che si sperde, e questo sperdimento è l’insegna della modernità.
La mia trattazione, si concentrerà, in un primo momento, sulla descrizione di questo dramma “acentrico”, che ruota attorno alla sospensione dell’azione che il protagonista, Amleto, dovrebbe compiere ma di fatto Amleto elude quello schema perché sospende per gran parte del dramma il suo compito, mentre si interroga sul senso più profondo della vita e della morte (celebre il suo monologo “To be or not to be”, “Essere o non Essere”).
Nella seconda parte, invece, passerò in rassegna le fonti dell’opera, nonché la sua storia testuale, da Saxo Grammaticus con le sue “Historiae Danicae Libri”, alla versione di Belleforest con le sue “Histoire tragiques”, a quella inglese “The Hystorie of Hamlet”, al misterioso “Ur- Hamlet” un dramma perduto ma di cui restano prove documentali probabilmente di Thomas Kyd; ed infine mi soffermerò anche sulle problematiche relative alla datazione dell’opera.
Nella terza parte mi soffermerò sui contributi critici che il personaggio di Amleto ha suscitato da Dryden, a Goethe, Schlegel, Bradley, Jones, T.S. Eliot, Starobinski, Kott, Terry Eagleton, Elaine Showalter, Peter Hall.
La quarta parte della mia tesi, si soffermerà sulla trattazione psicoanalitica del personaggio di Amleto. Dalla nascita della psoicoanalisi nel tardo XIX secolo, l’Amleto è stato oggetto di tali studi, in particolar modo da parte di Sigmund Freud, Ernest Jones, e Jacques Lacan, che hanno influenzato le produzioni teatrali. Nella sua “Interpretazione dei Sogni" (1900).
La quinta parte della mia tesi, tratterà “Amleto” sulla scena. Da Laurence Olivier, con il suo “Amleto” del 1948, una sorta di lettura psicoanalitica dell’opera piuttosto che politica, all’ ”Amleto” di Franco Zeffirelli, interpretato da Mel Gibson, del 1965, ed infine la prima trascrizione integrale dell’opera di Shakespeare fatta da Kenneth Branagh, del 1996.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Drammaturgo e poeta inglese Shakespeare è uno degli esponenti principali del Rinascimento inglese e uno dei più grandi autori della storia del teatro occidentale. La mia trattazione si articola in cinque capitoli. Nel primo capitolo tratterò della storia di Amleto principe di Danimarca e la sua acentricità. Il dramma dell’Amleto è un dramma assolutamente unico nel canone shakespeariano. Nel corso del XIX secolo e inizio XX secolo l’Amleto è stato considerato il lavoro più significativo e importante dell’era romantica. Da una parte condensa innegabilmente in sé, nella sua enigmatica ma assai eloquente inazione, tutta la crisi spirituale di un’epoca che volge al termine, una crisi di coscenza e di valori. Dall’altra parte è il simbolo, con le sue intime e personalissime ragioni, dell’uomo eternamente in lotta con le antinomie della morale e con la necessità di scegliere ogni giorno il proprio agire. Amleto è il mito dell’uomo moderno e nessun dramma è stato tanto studiato, riscritto, rappresentato, tradotto. Sta nella sua singolarità la ragione di tanto successo teatrale e critico che quest’opera ha incontrato nei secoli, singolarità del protagonista, della sua azione sospesa, della sua messa in questione di ogni asserto di verità. In un periodo segnato da grandi trasformazioni, segnato dalla Riforma e dai conflitti religiosi, dalle scoperte geografiche e scientifiche che aprono ad una nuova visione della natura e del mondo, dalle lotte imperialistiche che preparano l’età dell’assolutismo, Shakespeare riesce, così, ad esprimere il dubbio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi