Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione della donna nella pubblicità: strategie di gender empowerment nel marketing

L'obiettivo di questo lavoro è analizzare come nel corso degli anni la donna ha rivestito un ruolo sempre più da protagonista nel mondo della pubblicità, dando luogo a fenomeni di stereotipizzazione che si sono perpetuati nel tempo.
Attraverso un percorso di ricerca accademico e aziendalistico, si inquadrerà nelle sue linee generali il macro-tema della comunicazione di marketing e della pubblicità come sua espressione, per poi affrontare un'analisi ad ampio raggio della rappresentazione della donna dal contesto italiano a quello internazionale, nella sua evoluzione storica.
In seguito si tornerà ad un ambito più propriamente aziendale, illustrando come molte imprese, negli ultimi anni, si stiano impegnando nel sovvertire questa realtà con lo sviluppo di strategie di gender empowerment, attraverso la comunicazione di marketing. Questo studio intende dimostrare che suddette iniziative, parte di una più ampia vision aziendale, oggigiorno supportata da programmi di Corporate Social Responsability, sono in grado di generare un impatto sul sociale, sul genere femminile e non solo. A sostegno di queste tesi vengono riportati casi attinti dal reale mondo imprenditoriale, italiano ed estero.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. Definizione del tema 1.1 Ipotesi, obiettivi e metodologia della ricerca Questo lavoro vuole analizzare un tema tanto attuale, quanto classico: la pubblicità e le sue ricadute sociali in relazione al ruolo della figura femminile. L’importanza attribuita al tema supera barriere geografiche e temporali, ma soprattutto permette di rispondere a domande da sempre presenti in una cultura dove le discriminazioni di genere predominano: perché la donna va via via assumendo le connotazioni di uno stereotipo sempre uguale a sé stesso? Perché il mondo progredisce, la tecnologia avanza, i mezzi di comunicazione diventano la principale arma di dialogo e la donna continua ad essere raffigurata dietro i fornelli mentre bada a casa e famiglia? Da queste domande è nata la decisione di intraprendere un percorso di analisi di questo tipo, che cerchi di descrivere le nuove tendenze di empowerment del genere femminile attraverso la comunicazione di marketing da parte di molteplici aziende. Tale tendenza non è nata dall’impresa italiana, ma è stata mutuata da imprese estere perché trova fondamento anche in un Paese pur tendenzialmente maschilista come quello italiano. Nella trattazione saranno presentati alcuni casi reali a confronto che dimostrano l’impegno profuso in questa direzione dal mondo imprenditoriale. L’argomento da cui questa disamina prende avvio è il ruolo che la figura femminile ha da sempre rivestito per le aziende nella definizione di strategie di comunicazione di marketing. Ciascuno dei quattro capitoli di cui si compone il presente lavoro affronta in maniera dettagliata e approfondita gli elementi essenziali per comprendere l’obiettivo da raggiungere. Il primo capitolo, introduttivo, è dedicato ad un’osservazione a grandi linee della funzione della pubblicità e della comunicazione all’interno del contesto imprenditoriale, focalizzando l’attenzione sull’immagine della donna in generale. Verranno affrontati aspetti direttamente connessi al tema centrale, ossia la creazione di stereotipi e di problemi di genere.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia aziendale e Managment

Autore: Tiziana De Gennaro Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 543 click dal 28/02/2018.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.