Skip to content

Istruzione primaria e identità nazionale italiana nell'era delle ''scuole bilingui''

Informazioni tesi

  Autore: Bianca Donati
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2018-19
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere
  Corso: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Relatore: Rocco Ronza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 127

Questo lavoro si pone come obiettivo fondamentale l’individuazione delle ragioni che spingono famiglie italiane e italofone verso il bilinguismo italiano-inglese e l’esame dell’impatto che questa recente forma di istruzione, soprattutto primaria, può avere nella formazione dell’identità nazionale dei bambini.
La ricerca è corredata dalla relazione della mia esperienza di tirocinio presso l’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires, che mi ha offerto la possibilità di sviluppare la mia ricerca da un’ulteriore prospettiva: quella della scelta dello studio dell’italiano affiancato allo spagnolo, che è apparso svolgere anche il ruolo di lingua “intermediaria” per l’accesso alle comunità anglofone del primo mondo.

Nel sistema scolastico italiano l’importanza dello studio delle lingue straniere, sottolineata dalla Comunità Europea prima e dall’Unione Europea dopo, si è manifestata nell’ampliamento e nell’anticipazione dello studio della prima lingua straniera e nel progressivo affiancamento al questa, tradizionalmente il francese (ora quasi totalmente sostituito dall’inglese), dell’insegnamento di una seconda lingua straniera, dalla scuola dell’infanzia fino alla fine della scuola secondaria.
Il bilinguismo nel sistema d'istruzione italiano non è un fenomeno totalmente nuovo, dato che le lingue delle minoranze linguistiche della Val d’Aosta, dell’Alto Adige e del Friuli-Venezia Giulia non sono solo tutelate da apposite leggi, ma sono sostenute dall’insegnamento nella scuola pubblica. Negli ultimi anni però l’interesse verso il bilinguismo e alla possibilità di facilitare l’apprendimento di seconde lingue già nella più tenera età si è esteso ben oltre i confini di queste aree, con la creazione di scuole private per l’infanzia e primarie definite “bilingui”, volte ad assicurare un apprendimento dell’inglese il più possibile affine a quello dei nativi.

Per lungo tempo l’identità e l’appartenenza nazionale sono state indissolubilmente legate al concetto di lingua nazionale. Nell’Europa dell’Ottocento e della prima metà del Novecento, la lingua è diventata il discrimine per eccellenza, l’elemento che più di tutti gli altri stabiliva chi faceva parte e chi no della nazione e di conseguenza, dello stato.
Dal secondo dopoguerra del secolo scorso e ancora più con l’ultima globalizzazione, l’inglese è diventato la lingua franca della contemporaneità, facendo emergere prepotentemente la necessità per i non-anglofoni di apprendere questa seconda lingua e allo stesso tempo alterando la concezione di nazionalità e i criteri di appartenenza al paese d’origine.

Informazioni tesi

  Autore: Bianca Donati
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2018-19
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere
  Corso: Lingue straniere per la comunicazione internazionale
  Relatore: Rocco Ronza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 127

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
10 1.2 TIPOLOGIE DI BILINGUISMO Come è possibile dedurre da questa prima introduzione, il concetto di bilinguismo rappresenta un fenomeno altamente complesso e soggetto a varie interpretazioni determinate dalla storia personale dell’individuo, dal contesto d’acquisizione, dall’età e da altri fattori. Nella letteratura specialistica è stato necessario sviluppare una divisione funzionale, basata su diversi criteri, il primo dei quali vede la contrapposizione tra un bilinguismo sociale o comunitario e un bilinguismo individuale 14 . Il primo tipo identifica l’uso di due varietà linguistiche all’interno di un gruppo o comunità sociale o territoriale. In queste comunità due lingue sono in contatto e il risultato è che una buona parte della popolazione è bilingue e i due codici linguistici possono essere usati nello stesso evento comunicativo. Questo fenomeno può concretizzarsi in due modi: la comunità può essere costituita da due gruppi monolingui, al cui interno si trova un gruppo di parlanti bilingue oppure la comunità è costituita da un singolo grande gruppo di parlanti bilingui, che usano le due lingue in modo funzionale e complementare o che comunicano ricorrendo ad una terza lingua. Una particolarità del bilinguismo sociale è rappresentata dalla diglossia, concetto elaborato dal linguista statunitense Charles A. Ferguson a fine anni ’60, cioè la compresenza di diverse varietà linguistiche linguisticamente contigue e 13 Ibid, 3-4. 14 Gilardoni, Pluralismo e comunicazione, 42.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bilinguismo
italiano
inglese
identità nazionale
nazionalismo
italianità
scuola primaria
istituto italiano di cultura
promozione integrata
scuole bilingui

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi