Skip to content

Cinema per la scuola. Linee guida per una progettazione didattica efficace

Informazioni tesi

  Autore: Davide Forte
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Alessio Ceccherelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

Il presente lavoro ha come oggetto d'indagine l'educazione al linguaggio cinematografico e audiovisivo nelle scuole italiane.
Benché da più di mezzo secolo il cinema sia entrato nelle scuole, si è trattato prevalentemente di interventi occasionali e a sé stanti. Sono stati davvero pochi i contributi e i tentativi di sistematizzare tutte le esperienze per trarne delle indicazioni didatticamente fondate.
L'obiettivo di questa tesi è di offrire un contributo attraverso la ricerca di linee guida e indicazioni strategiche, per la progettazione di laboratori cinematografici nelle scuole, a partire dagli Spunti del Piano Nazionale Cinema per la Scuola e dalla normativa vigente.
Al fine di garantire una certa fondatezza alla ricerca, dopo un primo capitolo introduttivo sull'ingresso del cinema nelle scuole, la nascita della Media Education e l'assetto normativo, fino all'analisi del Piano tuttora in vigore, si passa nel secondo capitolo alla dimostrazione del valore psicopedagogico e didattico del cinema. Si cerca di capire quale sia il metodo didattico più efficace, analizzando in primis le varie declinazioni dell'educazione cinematografica. Una volta definita quale sia la via didatticamente più efficace, nel terzo capitolo, si esaminano varie questioni a partire dal problema dell'età scolare, il quadro delle competenze fondamentali, la mappatura delle attività necessarie e l'analisi nelle varie dimensioni della didattica, con una particolare attenzione al momento valutativo, per giungere ad una lista delle linee guida e indicazioni strategiche. Infine, questa lista delle linee guida, nel quarto capitolo, viene verificata sul campo, attraverso un'indagine qualitativa svolta in otto scuole di Roma e provincia, utilizzando metodi di ricerca e strumenti di rilevazione, quali osservazioni dirette e interviste a docenti, esperti e studenti.

Informazioni tesi

  Autore: Davide Forte
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Alessio Ceccherelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1 IL CINEMA PER L'EDUCAZIONE IN ITALIA: UNA PROSPETTIVA STORICA 1.1 Dal cinema educativo alla didattica del cinema Il cinema e il medium che maggiormente ha inciso sull'immaginario individuale e collettivo della cultura occidentale, innescando effetti dirompenti sulla società e sul vissuto degli uomini dell'età contemporanea (Casetti 2007). Come il resto delle tecnologie di comunicazione, anche il cinema mutua le sue caratteristiche peculiari dalle tecnologie preesistenti: fotografia (e ancor prima pittura) e teatro (modellizzazione della letteratura). Da questa duplice origine si può in qualche modo ricondurre la dicotomia che ha animato la discussione teorica sul cinema delle origini, individuando una doppia paternità per l'invenzione cinematografica: da un lato i fratelli Lumiere, padri del documentario nonché inventori 1 , dall'altro Mélies, padre del cinema di finzione. Mentre i Lumiere trasferiscono sullo schermo la vita quotidiana, comune, familiare, presentando al pubblico lo "spettacolo della realtà", per Mélies l'attività cinematografica si pone come continuazione di quella teatrale, intendendo i suoi film come veri e propri spettacoli, dove la messinscena si avvale di trucchi di ogni tipo, antesignani degli odierni effetti speciali (Angrisani, Marone, Tuozzi 2001). Questa distinzione tra l'istanza referenziale-documentaristica dei primi e l'istanza poetico-spettacolare del secondo, diede la percezione di una duplice potenzialità del medium, capace da un lato di fungere da mero supporto obiettivo, apparentemente neutrale rispetto al suo referente, e dall'altro di essere soggetto produttore di finzioni, storie e nuovi mondi. Così nei primi anni del secolo scorso, proprio per la sua valenza artistica ed espressiva, il cinematografo si svincola dall'essere considerato solo tecnica 1. La prima proiezione avvenne il 28 dicembre 1895 a Parigi, in una sala del Boulevard des Capucines, dove fu mostrato il primo “film” dei Lumiere: L'uscita dalle officine Lumière a Lyon-Montplaisir. 7

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi