Skip to content

Senza patria - L'uomo eccentrico nell'antropologia filosofica di Helmuth Plessner

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Martorana
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Storia della filosofia
  Relatore: Alice Pugliese
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 104

Attraverso l'analisi de I gradi dell'organico e l'uomo, intendo rispondere ad alcune domande fondamentali: quali sono le caratteristiche distintive dell'essere vivente? e ancora, che cosa differenzia il regno della vita rispetto al regno dell'inorganico?
Alla fine, il tentativo di Plessner di conciliare il sapere filosofico e il sapere scientifico, e di rintracciare l'unità dei due aspetti propri dell'uomo, quello spirituale e quello materiale, produrrà un'ulteriore lacerazione: l'autoriflessione con se stesso.
Il lavoro è organizzato in quattro capitoli. Il primo di questi, essenzialmente introduttivo, intende far chiarezza sul contesto storico entro cui operò il filosofo, sulle esigenze ideologiche e metodologiche che inevitabilmente ne derivarono, e sui motivi che spinsero Plessner ad elaborare una simile filosofia dell'uomo; verranno delineati, quindi, i concetti fondamentali della sua antropologia: partendo dal principio di vitalità, passando per il controverso rapporto con il suo maestro Scheler, fino a giungere alla rottura definitiva con il dualismo cartesiano e al superamento del sistema gnoseologico kantiano del pensiero.
Il secondo e il terzo capitolo sono, invece, dedicati ad un'attenta analisi dell'opera guida di questa tesi di laurea, I gradi dell'organico e l'uomo.
Più propriamente, nel secondo capitolo verranno fatti degli accenni preliminari sull'opera, per poi passare alla definizione del corpo vivente e del limite; verranno individuate le caratteristiche essenziali degli esseri viventi, con particolare riferimento alla categoria posizionale, così da delineare ciò che distingue la forma aperta, propria delle piante, dalla forma chiusa, propria degli animali e dell'uomo.
Il capitolo si conclude con un approfondimento della posizionalità animale, esprimibile nella forma “qui e ora”; questo costituisce uno scarto decisivo con la posizionalità eccentrica di cui gode, invece, l'essere umano, essendo colto nel suo rapporto con il divenire futuro.
Il terzo capitolo, invece, presenta e indaga l'essere umano, così come ne parla Plessner; verranno definiti i concetti di coscienza e di persona, così da analizzare il rapporto che l'uomo instaura con l'ambiente circostante; verranno, poi, delineate le leggi antropologiche, specifiche modalità dell'essere attraverso cui l'umano manifesta nel mondo il proprio corpo e il proprio spirito.
Infine, verranno studiati alcuni comportamenti espressivi, così come li analizza Plessner ne Il riso e il pianto; intendo precisare che si tratta di un breve accenno, e non di uno studio sistematico sull'opera citata: per la completezza della mia trattazione, farò riferimento all'estesiologia dello spirito elaborata dal filosofo, dal momento che il fenomeno espressivo, oltre ad essere intimamente legato al corpo, testimonia la presenza di una componente spirituale all'interno dell'essere umano. Il nostro comportamento, infatti, è improntato alla condizione eccentrica: l'uomo, nella relazione con sé stesso, si coglie come elemento all'interno di un mare di essere, di possibilità e di modalità, appartenendo, così, allo stesso insieme di tutte le cose di questo mondo.
Ne discende che i sensi vanno interrogati non solo circa il loro valore cognitivo, ma in relazione alle possibilità umane .
Il linguaggio, poi, si incarica di strutturare il rapporto tra l'uomo e il mondo; al pari di un utensile, svolge una funzione specifica: non sostituisce l'uso degli organi fisici, ma lo alleggerisce e lo facilità8.
Il quarto ed ultimo capitolo offre una breve analisi sull'atteggiamento fenomenologico adottato dal filosofo nel condurre il suo lavoro e il suo progetto: partendo dalla disciplina filosofica elaborata da Edmund Husserl, si cercherà di spiegare cosa accolse e cosa rigettò Plessner della nuova prospettiva di studio.
L'intero lavoro cercherà di mettere in luce quanto la natura umana sia, fondamentalmente, imperscrutabile: l'uomo, con il potere della sua libertà, si sottrae continuamente a qualunque fissazione teorica.
«Ogni persona è un enigma. È un puzzle non solo per se stesso, ma anche per tutti gli altri, e il grande mistero del nostro tempo è il modo in cui decifrare questo puzzle», scrive Theodore Zeldin.
L'intento generale che ha guidato la stesura di questa tesi di laurea è stato quello di mettere in luce il valore e il significato che hanno una dottrina e uno studio sull'espressione e sulla dimensione simbolica propria dell'essere umano.

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Martorana
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Storia della filosofia
  Relatore: Alice Pugliese
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 104

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Ecco perché l’imperscrutabilità dell’uomo avvicina al cuore dell’antropologia, ed ecco perché la possibilità dell’essere – uomo deve essere stabilità in ragione dell’imperscrutabilità. Solo quando e perché noi non sappiamo di che cosa l’uomo è ancora capace, ha un senso insistere nella dolorosa vita su questa terra. H. Plessner, 1931 1 Questa tesi di laurea intende analizzare e ripercorrere il lavoro di Helmuth Plessner, filosofo e sociologo, rappresentante dell’antropologia filosofica tedesca contemporanea; lo scopo è quello di rendere manifesta l’ambiguità e l’oscurità che avvolge la questione sulla natura dell’essere umano: diviene prioritario per Plessner chiarire le modalità e gli strumenti che permettono una reale conoscenza della forma organica più complessa al mondo. Nei decenni compresi tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX secolo, l’affermazione del positivismo accentuò la distinzione tra scienze della natura e scienza dello spirito: se nel pensiero positivista era viva la necessità di applicare a quest’ultima gli stessi metodi di indagine utilizzati nei settori delle scienze empiriche, al contrario, il sapere filosofico rivendicava una metodologia di ricerca che, riflettendo sui risultati delle scoperte scientifiche, giungesse alla totalità dell’esistenza umana: posta tra scienza e filosofia, questa nuova corrente di pensiero edificò un sapere del tutto nuovo, che restituiva all’uomo la sua natura profondamente incerta. 1 H. Plessner, Potere e natura umana. Per un’antropologia della visione storica del mondo, a cura di B. Accarino, Roma, Manifestolibri, 2006

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

vita
uomo
animali
piante
eccentrico
plessner
gradi dell'organico
vallori rasini
forma aperta
forma chiusa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi