Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Esce L'Espresso

2 ottobre 1955

Il primo numero del settimanale "L'Espresso", pensato in origine come un quotidiano, esce nelle edicole. Arrigo Benedetti, che ne è il fondatore, si avvale della preziosa collaborazione di una nuova firma del giornalismo italiano, Eugenio Scalfari, dell'amicizia dei suoi vecchi colleghi, tra i quali: Cancogni, Moravia, Fusco, Gorresio, nonché delle mire espansionistiche ed innovatrici del magnate industriale più aperto alle cose nuove che l'Italia conti, Adriano Olivetti.
La prima iniziativa del giornale di Benedetti e Scalfari suscita immediatamente una vasta eco di polemiche: la denuncia delle speculazioni edilizie, della corruzione legate alla compravendita di aree edificabili, in cui sembra implicata anche la Società Immobiliare controllata dal Vaticano. Il titolo-slogan (primo di una lunga serie, che faranno la fortuna, fino a diventare il segno distintivo del nuovo modello giornalistico pensato ed attuato da "L'Espresso") ha un effetto esplosivo: "Capitale corrotta = Nazione infetta".

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Mao annuncia la nascita della Repubblica Popolare Cinese
  Evento successivo

Completato il Guggenheim Museum di Bilbao