Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

La Cgil condanna l’intervento sovietico in Ungheria

27 ottobre 1956

La segreteria della CGIL approva una dichiarazione di condanna dell'intervento delle truppe sovietiche in Ungheria. Dopo avere espresso il cordoglio per i caduti nei conflitti, il sindacato ravvisa negli avvenimenti ungheresi «la condanna storica e definitiva di metodi antidemocratici di governo e di direzione politica ed economica» ed afferma che il progresso sociale è «possibile soltanto con il consenso e la partecipazione attiva della classe operaia e delle classi popolari». «La CGIL», prosegue il documento, «fedele al principio del non intervento di uno Stato negli affari di un altro Stato», deplorava che sia «stato richiesto» e si sia «verificato in Ungheria l'intervento delle truppe straniere».

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Nasce la RAI
  Evento successivo

La marcia su Roma