Skip to content

Evoluzione del ruolo della logistica nella distribuzione moderna

Informazioni tesi

  Autore: Marcello Viola
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Cassino
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e amministrazione delle imprese
  Relatore: Sansone Marcello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 158

Alla luce delle mutate condizioni operative che interessano le imprese della distribuzione, la ricerca dell’efficienza/efficacia nei processi gestionali si pone come uno dei motivi di principale attenzione. Nelle imprese commerciali la ricerca di guadagni di efficienza attraverso una migliore organizzazione interna, coincide largamente con la funzione logistica; le attività logistiche, infatti, trattandosi di imprese che generano un ‘servizio complesso’, ricoprono una parte di improcrastinabile importanza nella generazione del servizio. L’avvento della grande distribuzione ha alterato i rapporti tra i soggetti del canale, toccando tutte le aree di attività e tra esse anche la logistica (Pellegrini, 1990).Il presente lavoro si propone di porre enfasi sull’importanza della logistica nella distribuzione moderna, alla luce dei mutati rapporti di forza nel canale (o meglio sistema) distributivo e della acquisita capacità delle imprese commerciali di porre in essere politiche di marketing autonome (marketing e logistica sono un binomio inscindibile); occorre infatti abbandonare la visione per cui le imprese commerciali hanno un mero ruolo logistico; esse si propongono oggi come valide antagoniste al rapporto industria- cliente, implementando politiche di marketing autonome a quello industriale. L’intento sarà, quindi, quello di studiare il processo di co-evoluzione che ha interessato la logistica e i rapporti industria-distribuzione. Nella disquisizione il punto di vista sarà prettamente quello delle imprese commerciali del comparto grocery; si analizzeranno i flussi logistici a monte e a valle delle imprese distributive (cliente-pdv , pdv-cedi o pdv-fornitore a seconda della scelta adottata dalla impresa), nonché la movimentazione all’interno del punto vendita e l’attività di rifornimento a scaffale. Tutte le singole attività saranno osservate da un punto di vista critico, con la tendenza a evadere da una mera descrizione, cercando di studiare, invece, il loro ruolo passato e le tendenze future, analizzandole per le loro implicazioni strategiche nel servizio al cliente. Prendendo atto del ruolo promo-comunicazionale che il punto vendita assume nella distribuzione moderna, si proseguirà analizzando le conseguenze per la store image di una mancata efficienza del sistema logistico; prevenire l’out of stock risulta essere di primaria importanza, dato che la mancanza di un prodotto a scaffale, non si trasformerà solo in un probabile cambiamento forzato delle abitudini di acquisto da parte del consumatore, ma avrà ben più profonde implicazioni per la store image (se ripetuto) a causa del possibile ruolo assegnato a quella referenza da parte del retailer. L’approccio adottato nella presente trattazione, cercando anche di colmare un vuoto che si rileva sulla letteratura sugli out of stock, è quello di considerare il retailer come direttamente interessato dalle conseguenze di mancanze di merce a scaffale, e si cercherà perciò di implementare un modello (capitolo 3) che tenga conto della insoddisfazione derivante dalla riduzione della varietà offerta e l’incidenza che un livello di servizio inferiore ha sulla soddisfazione nella singola transazione e sulla relazione di lungo periodo (store loyalty).Infine in un momento storico in cui la capacità di adattamento continuo delle soluzioni adottate all’evoluzione ambientale (ricerca di flessibilità) rappresenta la costituente del vantaggio competitivo, la tecnologia fornisce gli strumenti per implementare progetti coordinati e integrati. A completamento del lavoro si è perciò pensato di posare l’attenzione su una nuova tecnologia che in futuro potrà portare a livelli di efficienza e coordinamento delle operazioni logistiche al momento impensabili; la tecnologia RFID (Radio frequency identification).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
IV INTRODUZIONE Il palesarsi di comportamenti di acquisto sempre più complessi e caratterizzati da forme di nomadismo tra punti vendita, lo sviluppo della grande distribuzione e l’attuale periodo di congiuntura economica, porta le imprese della moderna distribuzione ad operare in un ambiente competitivo profondamente ostile (ipercompetizione). Alla luce di queste mutate condizioni operative, la ricerca dell’efficienza/efficacia nei processi gestionali si pone come uno dei motivi di principale attenzione, soprattutto se considerati nell’ambito del processo di differenziazione delle insegne commerciali e nella costruzione di forme di fedeltà vere (true loyalty) al singolo formato distributivo. Nelle imprese commerciali la ricerca di guadagni di efficienza attraverso una migliore organizzazione interna, coincide largamente con la funzione logistica. Questo è diretta conseguenza delle peculiarità del processo produttivo delle imprese distributive; le attività logistiche, infatti, trattandosi di imprese che generano un ‘servizio complesso’, ricoprono una parte di improcrastinabile importanza nella generazione del servizio. La necessità strategica di una gestione integrata delle attività logistiche è stata riconosciuta fin dalla metà degli anni ‘80. L’aumentare del grado di complessità dell’ambiente di riferimento e la conseguente ricerca della flessibilità, unita alla incapacità delle imprese commerciali di gestire processi lontani dalle loro competenze chiave, paventava la possibilità di sfruttare sinergie tra aree ed attività fortemente interdipendenti (produzione/distribuzione), allo scopo di coordinare gli obiettivi e risolvere i trade-off a livello generale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

distribuzione
imprese commerciali
logistica
logistica distributiva
radio frequency identification
rfid
stockout
trade marketing

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi