Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'acqua tra pratiche discorsive e realtà: le dimensioni sociali, culturali e simboliche nella gestione delle risorse idriche

La tesi è finalizzata ad esplorare gli aspetti culturali e sociali nella gestione delle risorse idriche con particolare attenazione all'agricoltura e all'irrigazione. Il contesto della ricerca è costituito da vari progetti di cooperazione internazionale nel campo idrico, con particolare attenzioni ai contesti dominati da scarsità idrica. La tesi evidenzia la necessità di una metodologia di studio storico-antropologica con cui studiare le caratteristiche socio-culturali dei destinatari, le loro modalità di conduzione dell'agricoltura, i sistemi d'irrigazione locali e la loro storia, i rapporti di potere all'interno ed all'esterno delle comunità e infine le relazioni sociali e identitarie connesse ai fenomeni d'irrigazione. Un ulteriore approfondimento è dedicato alla scarsità d'acqua reale e costruita a livello comunicativo e agli orientamenti partecipatori sempre in campo irriguo.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE L’idea di scrivere una tesi sull’acqua mi è venuta in relazione al crescente interesse internazionale per questa risorsa la cui preservazione è di fondamentale importanza per tutte le specie viventi sul pianeta. Il 2003 è infatti stato l’anno che l’ONU ha voluto dedicare simbolicamente all’acqua e nel 2006 è in preparazione una grande conferenza mondiale sulle risorse idriche a Città del Messico, uno degli stati in cui la scarsità d’acqua si fa sentire molto intensamente. La circolazione di più dettagliate informazioni sull’argomento ha attratto subito la mia attenzione, così ho cominciato a guardarmi intorno per cercare di approfondire l’argomento e per poterlo studiare da un punto di vista antropologico. Infatti i primi esiti della mia ricerca sembravano sottolineare come il problema fosse dibattuto essenzialmente in relazione alle questioni geo-politiche ed ambientali. Questo primo approccio al materiale reperito è stato, comunque, di fondamentale importanza per capire quali fossero gli attori evocati dalle pratiche discorsive correnti e quali fossero le questioni più rilevanti ad essere dibattute. Uno degli argomenti su cui trovai più materiale in lingua italiana era la questione della privatizzazione dell’acqua e dell’ingresso delle grandi corporations private nella gestione delle risorse idriche. Pur essendo, a livello personale, contrario alla privatizzazione dell’acqua proprio per il fatto che è un bene essenziale a tutte le forme di vita, ho cominciato a chiedermi in quale chiave di lettura l’approccio

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Sergio Magnani Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2180 click dal 11/05/2005.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.