Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La famiglia con figli omosessuali: i processi di mutamento

la tesi ha voluto analizzare come i cambiamenti che si sono avuti all'interno della struttura familiare nel rapporto tra i generi e tra le generazioni.tali cambiamenti hanno modificato e migliorato innanzitutto la vita nel contesto familiare a livello di interazione tra gli individui e poi un avvicinameto alla problematica dell'omosessualità di un figlio grazie ad una maggiore visibilità nel discorso pubblico ed una maggiore disponibilità da parte dei genitori a comprendere e capire i bisogni del proprio figlio.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Negli ultimi decenni si è visto come il concetto, la struttura e il modo di fare famiglia in Italia abbiano subito delle trasformazioni, ancora in atto, che hanno portato ad una sua ridefinizione oltre che ad una ristrutturazione dei ruoli che si sviluppano al suo interno. È possibile, infatti, notare che, mentre la famiglia continua a mantenere il proprio ruolo di agenzia di socializzazione primaria nell’educazione e nella trasmissione dei simboli e dei significati, caratteristici della cultura di appartenenza, dall’altra si assiste ad una sempre più comune tendenza a basare i rapporti all’interno del nucleo familiare su relazioni principalmente affettive. Maggiore attenzione è rivolta ad esempio alla soddisfazione dei bisogni dei membri che la costituiscono, sia per quanto riguarda il rapporto tra i generi (in particolare tra marito e moglie) sia sotto il profilo delle relazioni tra le generazioni (vale a dire tra la generazione dei genitori e quella dei figli 1 ). In particolare in Italia questa tendenza si è concretizzata, negli ultimi decenni, nella nascita e nell’affermazione della famiglia lunga. Con questo termine si intende alludere alla propensione dei giovani a prolungare la permanenza nella famiglia di origine in là negli anni, dilazionando sempre di più il momento del suo abbandono e la 1 La scelta di utilizzare il termine “figli” rivolto al maschile, in questo lavoro, non è casuale o dettata dal senso comune entro il quale includere anche le figlie femmine ma è una scelta voluta in quanto ci si è occupati del punto di vista dei figli maschi, soprattutto per quanto riguarda le problematiche rivolte all’orientamento omosessuale affrontate nel secondo capitolo.

Laurea liv.I

Facoltà: Sociologia

Autore: Paolo Starnari Contatta »

Composta da 63 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4520 click dal 22/07/2005.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.